Utente 516XXX
Gentilissimi Dottori,
due anni fa mi è stata riconosciuta un'invalidità definitiva del 50% e la 104/92 comma 1, causa un carcinoma infiltrante al seno con relativa operazione e terapia, avvenute nel 2010.
A suo tempo, credo non abbiano minimamente considerato la depressione di cui soffro da 10 anni e per cui assumo farmaci antidepressivi e l'ipertensione senza danno d'organo. Da più di un anno la situazione si è aggravata. Ho subito diversi ricoveri a causa di crisi ipertensive parossistiche che non rispondono ai farmaci ed episodi di tia. Ora ho una situazione di cardiopatia ipertensiva con danno d'organo certificato, stato depressivo sotto cura farmacologica, mobilità del braccio destro ( lato dell'intervento di quadrantectomia) ulteriormente limitato a causa di un recente incidente. Continuo a lavorare ( sono una dipendente pubblica). Il mio intento non è assolutamente quello di richiedere indennità, o di non andare a lavorare, ma di non essere presa in giro da una commissione che, dandomi il 50% non mi permette di potere accedere ai 30 giorni di congedo per cure di cui avrei davvero tanto bisogno quando (e purtroppo capita) mi alzo al mattino con la pressione a 200 o non riesco a muovere il braccio destro bloccato. Vorrei chiedere un aggravamento, sperando che vengano prese in considerazione le patologie sopravvenute.

[#1] dopo  
Dr. Domenico Spinoso

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
SAN DANIELE DEL FRIULI (UD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
Da quanto lei ha esposto ritengo vi siano gli estremi per aspirare ad un incremento dell’attuale percentuale della invalidità civile. Le consiglio di presentare richiesta di aggravamento tramite certificazione online del suo medico curante o tramite patronato.
Cordiali saluti
Dr. Domenico Spinoso
Medico del Lavoro

[#2] dopo  
Utente 516XXX

Dottore grazie per la sua risposta. In settimana provvederò a chiedere al patronato di inoltrare nuova pratica di aggravamento. Buon 2019!