Utente 121XXX
Questo è un consulto a titolo preventivo.

Mi trovo a dover utilizzare un nuovo portatile il cui hard- disk produce delle vibrazioni sensibili, semplicemente appoggiando i polsi al pianale in posizione da scrittura.

La frequenza è verosimilmente inferiore ai 100Hz; per avere un'ordine di grandezza delle oscillazioni, si appoggi la mano ad un hard-disk esterno in condizioni di pieno uso.

Vorrei sapere se l'esposizione continuativa per tutti i giorni lavorativi a tale tipo di piccole vibrazioni possa essere in qualche modo dannoso per la saluta.

Ho subito frattura del radio all'altezza del polso, ho sofferto di lassite legamentosa al polso e, attualmente, si sospetta che un componente della mia famiglia possa soffrire di sindrome di Raynaud.

[#1] dopo  
Dr.ssa Susanna Borriero

24% attività
4% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
per determinare la sussistenza di rischio vibrazioni sul sistema mano-braccio è necessario utilizzare una speciale attrezzatura e calcolare il valore di esposizione su 8 ore lavorative. Credo di poter affermare in via presuntiva che nel suo caso è difficile che venga superato il valore limite di attenzione che è di 2,5 m/s2
Ritengo invece molto più rilevante il fatto che lei utilizzi un pc portatile che certamente impone posizioni dei polsi ben piu' incongrue di quelle richieste per l'uso di una tastiera standard. Forse sarebbe consigliabile, dato l'intenso uso che fa del pc, di munirsi di una tastiera esterna.
Cordiali saluti
Susanna Borriero