Utente 147XXX
Gentile Dottore,
due anni fa, camminando, ho urtato bruscamente contro un palo di ferro che spuntava da terra.
Ho sentito questo tonfo sordo sulla mia tibia dx, la gamba era scoperta e mi si è aperta una piccola ferita non troppo profonda....da allora mi è successa una cosa strana. Spesso ho un dolore tipo reumatico molto forte, anche tipo quando metto un calzino troppo stretto, mi parte questa specie di nevralgia che rende dolorante dalla caviglia alla tibia, fino all'interno della coscia e arriva fino all'inguine, dove da allora ho il linfonodo superficiale un pò gonfio...e così anche se metto mutante un pò più strette si infiamma tutta la zona fino alla caviglia e alla tibia...allora ho fatto anche un'ecografia del linfonodo e il dottore ha detto che è la conseguenza di un pelo malricresciuto....ma io nel dolore continuo a sentire tutto collegato come se ci fosse un filo conduttore...inoltre da allora il tendine rotuleo mi tira un pò, a muovere il ginocchio è come se "mancasse olio" e mi fa male fino alla tibia, si indolensisce...lei che ne pensa? può essere tutto collegato? mi devo preoccupare, temere una lesione del tendine o un'osteolisi? io ho anche visto che c'è il nervo genitofemorale che sembra collegare un pò le zone delle quali le parlo....potrebbe trattarsi di appendicite? mi scusi non vorrei sembrarle catastrofica, ma il punto è che questo dolore inizia davvero ad essere seccante e non vorrei sottovalutarlo...la ringrazio per il suo aiuto.
Cordialmente

[#1]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Purtroppo i suoi quesiti non possono avere una risposta senza un accurato esame clinico e strumentale. Si rivolga quindi allo specialista per una visita e pretenda da lui tutte le risposte relativi ai dubbi che la affliggono.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com