Utente 157XXX
Salve,
sono una ragazza di 29 anni affetta da disturbo ossessivo compulsivo in trattamento da circa un anno con Dropaxin gocce.
Dopo diversi anni d pausa, da circa tre mesi ho ripreso a praticare il nuoto a livello medio-alto, con allenamenti quotididiani di un'ora pari a circa 2.400-2800 metri/giorno.
Attualmente sono in fase di divezzamento dal farmaco: sono passata da 60 gtt (30 mg)a 25 gtt (circa 15 mg) riducendo gradualmente di una goccia al giorno, come consigliato dal mio psichiatra.
La mia domanda è: puo' la paroxetina interferire negativamente sul mio rendimento fisico? Io ho la sensazione di non riuscire a dare il massimo ma non riesco a capire se ciò sia dovuto al fatto di aver ripreso a nuotare da poco o se invece ciò sia da attribuire al farmaco.
Inoltre, in previsione di una mia partecipazione a competizioni (master, ecc..) come suggerito dal mio istruttore di nuoto, corro dei rischi? E' pericoloso seguire un allenamento più rigido per chi come me assume questo tipo di farmaci?

Grazie della cortese attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
la paroxetina potrebbe influire sul rendimento fisico per un certo effetto sedativo. L'incremento dell'intensità degli allenamenti non dovrebbe comportare alcun rischio. Segnali comunque i suoi dubbi al suo psichiatra di fiducia.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it