Utente 170XXX
Salve 2 giorni fa mi sono svegliato con un dolore fastidioso alla scapola sinistra, ho pensato che fosse unicamente un dolore dovuto ad una postura scorretta durante il sonno. Durante la giornata e soprattutto dopo un'ora di allenamento, questo dolore si è intensificato e passa in maniera non costante dalla scapola al petto, un dolore assimilabile a quello prodotto dall'acido lattico dopo un intensa attività direi pesistica. La sera a letto non riuscivo a dormire bene se sdraitao lateralmente e la mattina quando mi sono svegliato ho notato una certa attenuazione. Non è un dolore continuo, a seconda della postura, ad esempio se stendo il braccio sinistro in avanti con conseguente inclinazione della scapola allora sento dolore, altrimenti solo una leggera noia, per ora il dolore non si accentua in concomitanza di lunghi respiri.

Escludendo patologie cardiache, questa mi è sembrata la sezione più opportuna e vi chiedo secondo voi mi devo preoccupare?

Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
In presenza di una sintomatologia dolorosa il comportamento corretto è quello di sottoporsi a visita ed eventuali accertamenti. Non mi dice l'età ma mi sembra di capire che pratica attività sportiva: potrebbe trattarsi di una infiammazione dell'articolazione scapolo-omerale, ma a diostanza non è possibile dare indicazioni diagnostiche e/o terapeutiche.
Non deve quindi preoccuparsi, ma deve però rivolgersi allo specialista per una diagnosi e l'eventuale terapia, onde evitare un peggioramento della situazione.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#2] dopo  
Utente 170XXX

L'età dottore è 19 anni e la ringrazio per l'informazione, in questi giorni sembra essersi attenuato ulteriormente comunque sia seguirò il suo consiglio. Grazie ancora e buon lavoro.