Utente 185XXX
Sono giuseppe 55 anni, da 15 anni sono atleta agonista ed effettuo circa 20 gare all'anno da 10000 mt. alcune mezze maratone e se capita anche qualche maratona.
Nell'ultimo controllo di medicina sportiva sono stato fatto idoneo ma con un lieve rigurgito mitrale, il cardiologo mi ha rassicurato tutto a posto.
La mia domanda è: effettuando ripetute brevi sui 100-200 e 400 dove si tocca e si và oltre la soglia anaerobica potrei mettere a repentaglio la salute del mio cuore??
Dico questo perchè non uso il cardio negli allenamenti e mi sono sentito strano nell'ultimo allenamento tipo mancamento come se dovessi perdere il controllo.
A questo aggiungo anche il fatto di essere un tanto ansioso, dico un tanto per non dire un tanto molto.
Vi ringrazio per la risposta che vorrete darmi
Buon lavoro

[#1] dopo  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Fermo restando che se ha avuto l'idoneità, non ci dovrebbero essere problemi alla pratica sportiva specifica (e l'idoneità è per ATLETICA LEGGERA e non per i 100 metri o 1 10000 ...), i quesiti sulla propria salute vanno posti allo specialista che effettua la visita e può rispondere in modo specifico e corretto, conoscendo la situazione attuale dell'atleta.
A distanza invece, posso solo dirle che "un lieve rigurgito valvolare generalmente non causa alcun problema".
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#2] dopo  
Utente 185XXX

Ringrazio innanzitutto della risposta, idoneità a parte la mia domanda era basata su:
cosa succede quando si supera la soglia anaerobica per un atleta con lieve rigurgito mitrale???
in poche parole danneggia il cuore oppure non influisce sullo stesso???
Essendo non addentrato sullo specifico specialistico la mia domanda era solo se metto in repentaglio il sistema cardiocircolatorio con un allenamento mirato per l'aumento della velocità.
In altre occasione ho superato in gara diverse volte la soglia e i sintomi maggiori erano conati di vomito e basta, adesso con questo lieve rigurgito è cambiato qualcosa?????
La ringrazio anticipatamente della risposta e consigli che vorrà darmi e Le auguro un buon lavoro.

[#3] dopo  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Le ripeto quanto già detto: se è idoneo all'attività sportiva, il medico che ha concesso l'idoneità non reputa ci siano rischi per la salute.
Per altri quesiti specifici, come già detto, deve chiedere a chi ha valutato direttamente la situazione: a distanza non è possibile dare indicazioni specifiche.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com