Utente 200XXX
Salve,

soffro di piattismo dei piedi. Anni fa ho fatto una posturografia, il risultato dice: piede destro piatto di III grado, piede sinistro piatto di II grado.

Normalmente convivo senza problemi con i miei piedi piatti ma sforzi prolungati (corsa o trekking di diverse ore) sfociano poi in dolori, specie alla caviglia destra e all'anca (sempre lato destro), lato dove in effetti il mio piede è più piatto.

Il completo recupero avviene velocemente, nell'arco di un giorno o due di riposo, però la cosa è fastidiosa e in qualche modo limitante quando faccio diversi giorni a piedi (cosa che mi capita quando vado in vacanza o faccio trekking).

Mi domandavo se è possible ricorrere a plantari per l'attività sportiva che mi aiutino a compensare il piattismo. Esiste in commercio qualcosa di abbordabile?

Francamente non ho la percezione che il problema sia di una gravità tale da richiedere visite specialistiche e l'acquisto di plantari su misura... semplicemente vorrei capire se, per iniziare, posso aiutarmi con qualcosa di comune; se poi non dovessi riscontrare giovamento o se pensate che la cosa sia da esplorare a fondo sono aperto a consigli.

Grazie e cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTECATINI-TERME (PT)
FOLLONICA (GR)
PISTOIA (PT)
LUCCA (LU)
FAENZA (RA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
Le sconsiglio vivamente di utilizzare plantari o solette preformati: i piedi sono tutti diversi, e soprattutto in persone con delle alterazioni dell'appoggio possono essere, a mio avviso, dannosi.
Bisogna sempre fa una valutazione da uno specialista dell'appoggio plantare il quale, se necessario, consiglierà plantari su misura e specificherà il tipo e le correzioni da apportare.
Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it