Utente 235XXX
Buongiorno, le scrivo per sottoporle la mia situazione.
Ogni giorno, mi alleno per quattro ore, così ripartite: due di nuoto al mattino, e due di camminata veloce in salita su tapis roulant, alla sera. Lo sport costituisce la mia più grande passione.
Il mio medico di base, al corrente del carico di lavoro cui mi sottopongo, ritiene che i controlli da me effettuati siano sufficienti, ovvero: un'eco doppler a marzo 2008, tre cardiogrammi tra 2008 e 2010, un Holter nel 2010; oltre alle visite dell'Avis e al mio quotidiano monitoraggio di frequenza e pressione; e non ritiene opportuno che io vada incontro ad ulteriori accertamenti. Lei cosa ne pensa? Non crede che dovrei monitorarmi di nuovo, o con esami più approfonditi? Il mio medico pensa che, alla mia età (24 anni) sia abbastanza quanto già indagato. Inoltre, vorrei chiederle se, a suo avviso, le ore di allenamento siano eccessive (posto comunque che io abbia un cuore sano al cento per cento). Parenti ed amici pensano che stia esagerando e che potrei incorrere in rischi, ma io ho sempre conservato la convinzione che l'attività fisica aerobica (molto continuata nel tempo, ma non eccessivamente strenua) non possa che giovarmi. Lei cosa dice? A riposo, ho sempre una frequenza inferiore ai 55 bpm, con picchi verso il basso addirittura di 33,34 bpm (anche se piuttosto rari). Ringrazio per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Lofrano

24% attività
0% attualità
16% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Gentile utente,
le consiglio una visita di controllo da un medico sportivo. Il professionista riuscirà sicuramente a fugare i suoi dubbi sullo stato di salute e l'aiuterà a capire se sta o meno "esagerando" con lo sport.

Cari saluti
Dr. Francesco Lofrano