Utente 280XXX
Mi spiego...Un mese fa mi hanno trebbiato in campionato (calcio) e mi si è girata la caviglia provocandomi una distorsione.Mi hanno consigliato di fare un'ecografia muscolo-tendinea dalla quale è risultato

"L'esame condotto sul comparto laterale evidenzia un edema peritendineo con tenosinovite del peroneo lungo in sede retro-malleolare. Lassità da possibile lesione completa del ratto prossimale del legamento peroneo astragalico anteriore.Non lesioni tendinee."

Sono stato 2 settimane fermissimo e adesso l'edema non c'è più ma anche solo a palleggiare mi fa male il piede al solo tocco di palla.Camminare non mi da problemi nè niente.Domani agli allenamenti inizio a far potenziamento (esercizi propriocettivi) e la domanda finale è: Quanto tempo devo fare potenziamento prima di tornare ad allenarmi col gruppo e a giocare in campionato,sapendo che è un campionato piuttosto cattivo dove scarpate ne arrivano,anche se non tutte intenzionali?
Grazie in anticipo ;)

[#1] dopo  
Dr. Marco Bologna

24% attività
0% attualità
8% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2012
Si tratta di una classica distorsione di caviglia con interessamento del legamento astragalico anteriore che sembra essersi rotto. E' un evento frequente nel calcio.
E' difficle dare dei tempi di recupero senza vederla ma, in ogni caso, è fondamentale fare un passo alla volta per evitare noiose recidive. La prima cosa è togliere l'infiammazione anche con terapie come Tecar o laser accompagnate da mobilizzazione dell'articolazione ed esercizi propriocettivi.
Il secondo passo è la corsa in linea con bendaggio funzionale della caviglia, mantenendo gli esercizi propriocettivi e man mano introdurre esercizi più complessi come la corsa con variazioni di velocità e i cambi di direzione fino al rientro in gruppo. L'ultimo step è la partitella in allenamento prima della ripresa in campionato.
I tempi si aggirano intorna al mese ed è controproducente accelerare i tempi.
E' chiaro che questi passaggi dovrebbere supervisionati, perlomeno, da un fisioterapista.
Buon recupero
Dr. Marco Bologna
Scienza dell'Alimentazione
Auxologia ed Endocrinologia Pediatrica
Milano

[#2] dopo  
Utente 280XXX

Grazie Dottore...Ieri sera avrei dovuto allenarmi a parte e fare potenziamento ma siccome non mi faceva malissimo mi sono allenato col gruppo compresi esercizi in velocità,tiri e tocco palla.Dolore non ne ho sentito più di tanto,più che dolore era fastidio sulla parte superiore del piede dove dopo l'allenamento era presente un colorito verdastro che è sparito quasi subito dopo la doccia a fine allenamento.
P.S.:Non avevo specificato che la caviglia distorta è la destra ed essendo mancino la uso come piede d'appoggio.L'unica cosa che mi rallenta è pensare prima ad appoggiarla e poi a toccare la palla...Però in partitella,da caldo non sembrerebbe darmi quasi più problemi tranne quella colorazione "strana" vicino alle dita...

Scusi la mia ignoranza ma per "Tecar e laser" non so cosa intenda,anche perchè adesso ho 23 anni ed è la seconda volta che mi infortuno a tal punto da dovermi fermare e gioco da quando di anni ne avevo 6...Aggiungo una domanda che non avevo posto in precedenza ovvero:Prima degli allenamenti,partitella compresa,applico la fasciatura stretta alla caviglia,continuando ad allenarmi potrò tornare al 100% o rischio di sforzare troppo? Chiedo,anche perchè si è gonfiato ancora leggermente all'esterno del piede,vicino al malleolo e non vorrei fosse qualcosa di più serio...Scusi se l'assillo ma proprio perchè non mi sono infortunato quasi mai tendo a fare una tragedia di questa situazione...
Grazie ancora per il consulto precedente ;)

[#3] dopo  
Dr. Marco Bologna

24% attività
0% attualità
8% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2012
Il colorito verastro è l'ematoma che si sta riassorbendo e indica che c'è stata un'emorragia che è normale vista la rottura del legamento.
Tecar e laser sono due tipi di terapia che hanno di fatto sostituito gli ultrasuoni. Non sono indispensabili ma accelerano i tempi di guarigione.
Il fatto che non faccia malissimo è un buon segno ma quello che è importante è la stabilità della caviglia che è importante recuperare prima di tornare a giocare. In parte questa stabilità può essere compensato con un bendaggio ma è comunque indispensabile recuperarla con esercizi specifici.
Se c'è stata una rottura del legamento una certa instabilità persisterà comunque ma questo non impedisce di tornare a giocare come prima. Molti giocartori, anche di serie A, hanno subito la rottura di quel legamento e continuano a giocare.
Usa comunque il buon senso per trovare i tuoi tempi di rientro senza avere una fretta eccessiva.
Buona serata
Dr. Marco Bologna
Scienza dell'Alimentazione
Auxologia ed Endocrinologia Pediatrica
Milano

[#4] dopo  
Utente 280XXX

Ok,allora in attesa di fare tecar e laser continuerò con gli esercizi propriocettivi,fasciatura stretta prima degli allenamenti e non sforzerò più di tanto...Scusi ancora per il disturbo ma siccome mi sono fatto male il 29/10 mi sembrava un po' lungo come tempo di recupero...

Grazie ancora di tutto ;)