Utente 152XXX
Buongiorno, mi chiamo michele e vorrei chiedere quali sarebbero i rischi reali che potrei correre se mi sottoponessi ad un ciclo di testosterone enantato previa iniezione inframuscolare di 250 mg ogni settimana, per 4 settimane. ( ogni puntura 250 mg per un totale di 1g nell'arco di un mese.) Premetto che ho appena effettuato esami del sangue e non ho nessun valore che sia fuori dalla norma.
Per rischi reali intendo dire che tante volte si sente parlare di possibili rischi, anche se magari la possibiltà che si verifichi il fatto è solamente dell'uno 1%. capisco che un dottore debba necessariamente esporre qualsiasi eventuale effetto collaterale, sia anch'esso minimo, ma vorrei che qualcuno mi illustrase una situazione chiara. Facendo delle ricerche sul Web le affermazioni sono disarmanti, ma non ho trovato nessuno in grado di affermare che abbia avuto anche solo un problema di quelli citati in tanti siti. Conosco personalmente persone che fanno uso di sostanze dopanti, in quantitativi maggiori di quello esposto dal sottoscritto e per più sessioni, ma nessuno sembra aver avuto problemi. Tutti fortunati? tutti bugiardi? a voi la parola e grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giancarlo Rando

40% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
buonasera,
la mia parola è questa : " Chi glielo fa fare ? "
L'uso improprio di farmaci , cioè non per un uso clinico preciso e motivato e senza una conseguente prescrizione medica, è fortemente sconsigliato.
Il doping è proibito per legge.
Tali farmaci fanno male alla salute sempre , con effetti più spesso tardivi, non necessariamente immediati.
Altro che notizie disarmanti dal Web.....
Visto che, a quanto sembra, è già un esperto ed è anche maggiorenne, sia responsabile nella scelta.
Non troverà un medico che potrà incoraggiarla a proseguire, se non per esigenze cliniche ben motivate !!!!!
Cordiali saluti
Dr. GIANCARLO RANDO
MEDICO DELLO SPORT, ANGIOLOGO, FISIATRA