Utente 291XXX
Salve,
scrivo per un consulto relativo ad una ernia inguinale bilaterale ;
da tempo avevo una eg sx molto piccola con la quale mi sono sempre permesso senza farmi troppi problemi il gioco del tennis , il nuoto e la corsa ma proprio l'altro giorno a causa di uno stress eccessivo della parete addominale dx e fuoriuscita un'altra eg questa più grande della precedente e il medico mi ha sconsigliato di praticare il tennis
Scrivo per fare una domanda molto schietta senza girarci troppo intorno poiché so che l eg non permette sforzi
Quali sport si possono praticare senza rischiare l'aumento della eg ?
Quali sono gli sport consentiti diciamo al 80% ?
Dopo questa ultima eg dx ho deciso di evitare il tennis , lo sci , la corsa si può fare? Discipline come lo yoga ?
Grazie mille
Saluti

[#1] dopo  
Dr. Giancarlo Rando

40% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Buonasera,
la presenza di un'ernia inguinale, specie se bilaterale , è comunque un problema anche per un sedentario.
Il trattamento dell'ernia inguinale può essere esclusivamente conservativo per lungo tempo, a patto che siano osservate con buon senso e responsabilità tutte le norme per prevenire il peggioramento e - peggio - lo strozzamento .

Molte attività sportive hanno una controindicazione relativa , altre una controindicazione assoluta.

In linea di massima favoriscono il progressivo cedimento della parete muscolo-fasciale- legamentosa, attraverso la quale si fa strada l'ernia viscerale , fino all'aggravamento che può imporre l'intervento chirurgico , tutte le attività che con l'esercizio muscolare o con la respirazione sostenuta aumentano la pressione endo-addominale,

Tennis, sci e corsa possono essere tutti potenzialmente controindicati.

Cordiali saluti .
Dr. GIANCARLO RANDO
MEDICO DELLO SPORT, ANGIOLOGO, FISIATRA