Utente 294XXX
buongiorno, gioco a tennis e faccio agonismo. qualche giorno fà durante una scivolata (gioco sulla terra) ho sentito un dolore allinguine. nei giorni successivi ho continuato a giocare e lo stesso dolore è diventato più forte. lo stesso parte dalla giunture inguinale ( sento quasi il dolore anche al testicolo) fino al ginocchio. aprendo le gampo in posizione verticale e facendo una minima attività di streccing divaricando la gamba e telendola stesa il dolore si accentua. di che si tratta e come si può curare nel minor tempo possibile? il campionato è alle porte
grazie

[#1] dopo  
Dr. Giancarlo Rando

40% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Buongiorno,
probabilmente ha subito un trauma muscolare o tendineo dei muscoli della coscia.

Sulla base di quanto ha raccontato, le sue indicazioni sembrano comunque molto generiche.

Per guarire al meglio, visto che il campionato è alle porte.......... è importante porre intanto una diagnosi, che sia quella certa.

Le suggerisco quindi sottoporsi alla visita di un medico dello sport per la visita, per gli eventuali accertamenti del caso e per l'eventuale trattamento riabilitativo necessario per la guarigione definitiva, per la ripresa della forma atletica, e per la prevenzione di eventuali ulteriori traumi muscolari e tendinei.

Rimanendo a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti, porgo cordiali saluti.
Dr. GIANCARLO RANDO
MEDICO DELLO SPORT, ANGIOLOGO, FISIATRA

[#2] dopo  
Utente 294XXX

grazie mille dottore, ieri sono stato dl mio medico curante il quale mi ha prescritto le compresse di Muscoril 4mg e mi ha chiesto di starmene a riposo. il dolore era sparito già da domenica.
oggi andando a lavaro ho percorso 500metri a passo sostenuto ed eccolo riapparire nel solito posto. più precisamente credo alladuttore, guardando su internet credo al Pettineo. a distanza di due ore mi è tutto passato
la mia domanda è anche: secondo lei posso comunque continuare a fare una blanda attività fisica?

[#3] dopo  
Dr. Giancarlo Rando

40% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Buonasera,
le chiedo innanzi tutto scusa per il ritardo nella risposta.

Credo che la semplice prescrizione di una decontratturante e di riposo non risponda esattamente a ciò che le avevo suggerito:
- occorre porre necessariamente una diagnosi specialistica,
- poi occorre prescrivere una terapia appropriata che vada oltre quanto Le è stato prescritto,
- la terapia appropriata prevede oltre i farmaci, meglio se ad azione locale, come borsa di ghiaccio, fans in forma di schiume, mesoterapia......., anche l'impiego di terapia fisica ( laserterapia, ultrasuoni, tecar, onde d'urto, elettroterapia, magnetoterapia...........) ed ancora la fisiochinesiterapia.

Riprendere l'attività fisica , anche se blanda, senza un percorso " diagnostico - terapeutico " corretto può ritardare la guarigione ed aprire la possibilità di ulteriori recidive .

Cordiali saluti.
Dr. GIANCARLO RANDO
MEDICO DELLO SPORT, ANGIOLOGO, FISIATRA

[#4] dopo  
Utente 294XXX

buongiorno dottore e grazie per il consulto, purtroppo l'amara verità emersa in questo periodo è che si tratta di un principio di pubalgia. al momento sto facendo stretching e localmente con una pomata antinfiammatoria e fermarsi è davvero difficile. al momento il dolore compare all'inizio dell'allenamento e ricompare alla fine per poi scomparire il giorno dopo. avvolte porta dolore anche nella parte bassa degli addominali ed al testicolo. non so che fare vorrei comunque continuare l'attività, magari limitandila ma senza fermarmi mesi
grazie per il tempo che vorrà dedicarmi
NG

[#5] dopo  
Dr. Giancarlo Rando

40% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
buonasera,
la pubalgia può essere una patologia piuttosto seria per uno sportivo.
Dubito che soltanto stretching ed una semplice pomata possano essere davvero utili per la risoluzione dei suoi problemi.
Occorre mettere in atto tanti altri provvedimenti che possono essere proposti e prescritti soltanto dopo una visita specialistica molto accurata.
Questo è quanto deve fare.

Rimango in attesa di aggiornamenti. Cordiali saluti.
Dr. GIANCARLO RANDO
MEDICO DELLO SPORT, ANGIOLOGO, FISIATRA