Utente 274XXX
Salve, vorrei avere delle delucidazioni se possibile.
Pratico ciclismo a livello agonistico e sono costretto al fermo da ormai 2 settimane perché ho un lieve dolore al lato esterno del ginocchio sx, praticamente nella zona del collaterale laterale.
Il fastidio si manifesta come se il legamento “scatti” sopra l’osso o qualcosa sotto di esso.
Ho effettuato ecografia che ha riscontrato una borsite da frizione di circa 9/10mm posizionata proprio sotto il collaterale laterale (credo che sia questa la causa dello “scatto/saltello” del legamento) che si è leggermente ispessito nella zona di attacco alla testa del perone.
Il dottore mi ha consigliato di fare dalle 5 alle 10 sedute di tecar che sto effettuando e il riposo, ma non mi ha specificato con chiarezza se questa è la sindrome della bandelletta ileotibiale.
Dato che sono abbastanza scettico della tecar perchè in passato per una tendinite mi è stata inutile, volevo chiedervi se queste terapie sono realmente utili o dovrei utilizzare altri metodi, per esempio infiltrazioni, perché a detta di amici podisti la borsite è una brutta rogna.
Non posso permettermi di stare senza far nulla per troppo tempo perché devo assolutamente iniziare la preparazione invernale prima delle gare e non vorrei perdere il "fiato" e la forma che ho acquisito fin’ora.
Ringrazio anticipatamente per la disponibilità.
Andrea

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non avendo ricevuto alcuna risposta in questa area, provi con il copia-incolla a ripostare anche in AREA ORTOPEDIA. (alcuni ortopedici sono anche specialisti in medicina dello sport)

Tanti saluti


Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Dr. Cosimo Maria Piazzolla

20% attività
0% attualità
0% socialità
BARLETTA (BT)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Se confermata la terapia della sindrome della banderella ileo tibiale è un infiltrazione ecoguidata della borsa.
Dr. cosimo piazzolla