Utente 735XXX
Gentili specialisti,
sono un uomo di 50 anni, sono alto 1.80 e peso 90 kg., circa due mesi fa ho avuto una situazione dolorosa nella parte lombare bassa che è durata circa un mese (molto acuta per 10 giorni). Questo il risultato della RM : "lievi fenomeni degenerativi a carico del disco intersomatico L4-L5 che presenta una riduzione dell'intensità del segnale nelle sequenze T2 pesante. A livello L4-L5 si apprezza una protusione discale laterale sinistra, ad estrinsecazione intra-foramidale ove entra in rapporto di contiguità con la radice nervosa omolaterale".
Al momento ho soltanto un pò di fastidio nelle prime ore dopo il risveglio, la mia domanda è questa: io ho piacere nel praticare, due tre volte la settimana, del footing per circa 30 minuti; pensate che sia troppo azzardato nella mia condizione?

vi sono molto grato

massimo

[#1]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
La sintomatologia dolorosa accusata e le alterazioni rilevate dalla RM effettuata controindicano al momento attuale la corsa.
Il suo peso corporeo eccessivo è poi una ulteriore controindicazione.
Le consiglio di rivolgersi allo specialista in medicina dello sport per un esame della situazione clinica anche in funziona della pratica sportiva (tono della muscolatura, equilibrio dei gruppi muscolari agonisti ed antagonisti, rigidità della muscolatura ischio-crurale e dell'ileopsoas ...): sulla base dei risultati il medico le potrà fornire tutte le indicazioni per cercare di risolvere il problema e poter praticare senza rischi una corretta attività sportiva.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#2]  
Dr. Nicola Alfieri

20% attività
8% attualità
0% socialità
APPIANO GENTILE (CO)
LECCO (LC)
GERENZANO (VA)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2006
In attesa della visita consigliata dal collega per evitare la sedentarietà (visto anche il problema peso) potrebbe optare per una attività fisica a basso impatto sul rachide come ad esempio la camminata a passo veloce. Per quanto riguarda il risultato della RM dovrà essere messo in rapporto con la clinica e le caratteristiche del dolore (irradiato o meno lungo l'arto inferiore sinistro).
Dott. Nicola Alfieri
Specialista in Medicina dello Sport
Fisiatra

[#3] dopo  
Utente 735XXX

Ringrazio di cuore il dott.Lupo e il dott.Alfieri, volevo precisare che non ho mai avuto nessun dolore nè al gluteo nè alla gamba e che ho sempre praticato molti sport,la mia struttura ossea è robusta e la mia muscolatura buona, non ho molto adipe per intenderci. Il mio peso, anche in età giovanile, non è mai andato al di sotto di 84 kg.

grazie ancora

massimo