Utente 406XXX
Buongiorno a tutti, ho inserito diversi consulti per diverse "problematiche", e ringrazio fin da ora gli specialisti che dedicheranno del tempo a leggermi e aiutarmi a capire.
Considerate che quasi due anni fa giocando a calcetto ho subito la distorsione della caviglia dx, con rottura del legamento e della capsula malleolare. Due cicli di FKT con tecar e kinesio e sono tornata in piedi! Premetto che da quasi 5 anni mi sono appassionata alla corsa, ma solo nell'ultimo anno ho iniziato un programma di allenamento più specifico e mirato anche perchè, dopo il mio tesseramento da amatore (mi ritengo tale) con regolare certificato agonistico, ho iniziato a partecipare a gare.
I primi mesi direi tutto bene, con buoni risultati anche in gara. A metà gennaio inizio ad avvertire un dolore che all'apparenza sembrava lombare, tipo sciatalgia sulla parte dx. Ho pensato ad uno sforzo. Dopo qualche settimana di antidolorifici (cerotti e creme applicazione locale e per bocca, Voltadvance, Ibufrofene) ho deciso di recarmi dal fisioterapista che mi aveva curato la distorsione pregressa.
Mi ha detto che si trattava di sindrome della bandelletta ileo-tibiale (nessun dolore però al lato esterno del ginocchio). Ho fatto un ciclio di FKT e tecar e massaggi, l'infiammazione è regredita ma la funzionalità non è mai rientrata del tutto al 100%. Ho interrotto solo pochi giorni gli allenamenti, quando ho ripreso dopo qualche giorno di stop il dolore non si sentiva inizialmente ma si avvertiva solo dopo qualche km. Il fisioterapista mi ha indicato anche un possibile problema posturale, postumo del pregresso infortunio, inviandomi anche in visita specialistica da un podologo. Da visita specialistica è emersa una supinazione del piede dx, ho fatto dei plantari propiocettivi. Ho provato a cambiare scarpe usando un modello neutro molto più leggero delle precedenti, visto anche che il mio peso è relativamente leggero (circa 49/50kg).
Adesso, da qualche giorno, il problema si è ripresentato. Per ora localizzato alla fascia lombare. Esiste un rimedio definitivo? Non vorrei dover essere costretta a smettere di correre, sarebbe dura da accettare. Grazie in anticipo per la vostra professionalità.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se non ricevesse risposte in questa area Le consiglierei di ripostare anche in area ORTOPEDIA

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 406XXX

Grazie mille. Nel caso lo farò.
Saluti.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Di nulla
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com