Utente 491XXX
Salve il 31 marzo mentre facevo uno scatto improvviso ho sentito.un dolore al polpaccio come se mi avessero lanciato una pietra, dopo una settimana di dolfast emulgel e fasce con ossido di zinco, ho fatto ecografia, oggi ho fatto ecografia di controllo e il referto indica:
Permane disomogeneità ecostrutturale del muscolo gemello mediale di aspetto 'smusso' come da distacco mio fasciale.si rileva disomogeneità ecostrutturale del tratto prossimale del muscolo soleo, sul profilo mediale modicamente irregolare, come da piccola lacerazione. Incremento dimensionale della raccolta siero ematica interfasciale precedentemente segnalata in atto delle dimensioni massime di 30 x 10 x 60 mm circa ( dt x dap x dl).
Ho iniziato per la prima settimana crioterapia e poi tecar.
Volevo chiedere un parere sui tempi di recupero e come a vostro parere sta seguendo il decorso post infortunio la struttura muscolare.

[#1] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
Gentile utente,
una lesione muscolare seppure di piccole dimensione prevede seri protocolli di recupero specie in chi fa attività sportiva. Giusto fare l'ecografia ad una settimana di distanza dall'evento traumatico; questo tempo serve per meglio circoscrivere la lesione e farsi una idea sui tempi di recupero.
Va bene il ghiaccio ma da utilizzare per non più di 10-12 minuti per volta per evitare la vasodilatazione compensatoria che si instaura a livello dei ventri muscolari. In fase acuta si avrebbe un peggioramento del quadro lesivo.
Va bene la tecar ma ovviamente trattandosi di muscolo va fatta la tecar capacitiva (il manipolo è rivestito di ceramica).
Integri la terapia con blandi allenamenti, in modo da scaldare i muscoli degli arti inferiori, di circa dieci minuti in "surplace" e poi stretching. Ripeta questo protocollo altre due volte nel corso della seduta; l'obiettivo è quello di riordinare le fibre muscolari in maniera parallela per favorire il fisiologico allungarsi ed accorciarsi del muscolo.
Spero di averle chiarito eventuali dubbi.
Cordiali saluti.
Dr. Gianpaolo Sardo
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it

[#2] dopo  
Utente 491XXX

Salve dr Sardo , intanto grazie per la risposta. Scusi se la disturbo ancora, non ho capito però il discorso relativo al riscaldamento, è precedente alla fisioterapia o posso farlo quotidianamente? Posso fare camminata a 5/6, km/h? O ancora presto? Io muscolo sento ancora teso. Grazie
e scusi ancora.
Saluti
Fabio

[#3] dopo  
Dr. Gianpaolo Sardo

28% attività
12% attualità
12% socialità
CATANIA (CT)
GELA (CL)
MAZZARINO (CL)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2015
gentile utente, la camminata veloce, con lo stretching fatto ogi 15 minuti di esercizio può anche farla contemporaneamente al trattamento fisioterapico. La cosa da raccomandare è sempre la stessa: gradualità.
Cordiali saluti
Dr. Gianpaolo Sardo
specialista in Medicina dello Sport - Catania
www.studiomedicostaff.it