Utente 110XXX
Buonasera,

sono una donna di 44 anni, pratico da circa 17anni yoga e frequento almeno 5 volte a settimana la palestra eseguendo oltre che i miei esrcizi di yoga esercizi a teppeto, inoltre due volte a settimana seguo un corso di spinning, raramente corro sul tapirulant ( circa 20minuti).
A metà febbraio avevo iniziato di nuovo a correre sul tapiroulant, ma ho sentito un dolore alla coscia dx e da li è partito un dolore all'inguine e all adduttore dx e parte interna coscia.
Il mio medico mi ha dato diversi fans, ma non è servito a nulla, a inizio maggio, persistendo il dolore, a causa anche delle 12ore di lavoro che mi costringevano a stare seduta davanti al pc, ho preso un decontratturante in pastiglie e una pomata erboristica, miracolosamente il dolore è svanito.
La situazione è migliorata, ma è rimasto un dolore all'inguine e dolore mentre eseguo le extra o intra rotazioni, o quando cerco di eseguire determinate asana.
Il mio dottore mi ha prescritto una rx, di cui riporto il referto:
Iniziale sclerosi bilaterale del tetto acetabolare e iniziale riduzione della rima articolare sul comparto superoestremo.
Ridotta escursione articolare coxofemorale dx, soddisfacente quella a sx.

Quello che io vorrei chiedere, se posso continuare a praticare 2 volte a settimana le lezioni di spinning, magari non stringendo tanto la resistenza, e se va bene continuare a praticare yoga e lavorare sul potenziamento delle cosce con softball ed elastici.

A causa dell infortunio sul tapiroulant alcuni movimenti sono ridotti, si dovrebbero risucire a recuperare anche con inizio di artrosi

Grazie anticipatamente per la vs cortese risposta

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ricevendo risposte in questa area Le consiglierei di ripostare anche in area ORTOPEDIA

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com