Utente 318XXX
Buonasera,
Tempo fa ho comprato un elettrostimolatore e ho fatto il grosso, grossissimo errore di usarlo per conto mio senza consultare un esperto. Ho applicato gli elettrodi sui glutei (solo dopo mi sono accorto che la posizione degli elettrodi era sbagliata, cioè diversa da quella indicata sul foglietto illustrativo) e ho anche esagerato con la potenza (lo so, sono stato stupido).
Il giorno dopo sentivo un dolore acuto ai glutei, un dolore molto acuto in profondità che aumentava quando mi muovevo. Dopo 5 giorni il dolore sembrava passato, ho fatto sport (corsa, squat, affondi, ecc....) ma il dolore mi è peggiorato, ed era addirittura più forte della prima volta. Allora ho aspettato altri 5 giorni e ho provato a fare di nuovo sport andandoci piano. Sono partito dalla corsa saltellata (facendo una breve camminata e un po' di stretching prima di iniziare) per poi aumentare il ritmo e passare allo jogging, ma avevo ancora male e il dolore diventava più acuto man mano che correvo... stavolta mi sono fermato e non sono andato oltre.

Da quando ho fatto l'ultima corsa sono passati 2 giorni e in totale sono passati 12 giorni da quando ho fatto l'elettrostimolazione. Mi sono messo a riposo, applico del ghiaccio e utilizzo una pomata antinfiammatoria. Probabilmente ho riposato troppo poco, però sono comunque preoccupato: il dolore ai glutei è profondo e acuto, ed aumenta se faccio qualche sforzo. Sento anche un dolore un po' diverso simile ad una bruciatura ma più in superficie. Il giorno che ho fatto l'elettrostimolazione mi è venuta la nausea ma inizialmente l'ho attribuito al troppo cibo (avevo mangiato pesante). Solo dopo ci ho pensato.

Vorrei sapere cosa devo fare, se mi devo preoccupare: è possibile che ho subito qualche danno?

[#1] dopo  
Dr. Alberto Grasso

28% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2017
Gentile Utente ,
sicuramente c'e' un rapporto di causa-effetto tra l'elettroterapia " fai da te...." ed i fastidi che descrive.
Potrei ipotizzare , da Neurologo piu' che da Medico dello Sport , che si sia provocata ai glutei una miosite ( infiammazione delle fibre muscolari ) reattiva.
Difficile da evidenziare con esami strumentali tipo ecografia o rmn , ma rilevabile con esami ematici per il dosaggio degli enzimi muscolari CPK -LDH ,VES .
Puoì essere utile sospendere totalmente qualsiasi attivita' fisico-sportiva per almeno 30 giorni , applicare ghiaccio ai glutei , assumere un prodotto integratore alimentare a base di curcuma e lobelina.
Saluti
Prof.Alberto Grasso

[#2] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dottore,
la ringrazio per la risposta.
Siccome è passato un po' di tempo la aggiorno:
1) Nel frattempo sono andato dal fisiatra, secondo il quale ho una glutalgia e polimialgia dovute allo sforzo fisico, e mi ha prescritto un farmaco a base di magnesio e un integratore con vari tipi di vitamine (dalla A alla E), carnitina, coenzima Q10, glucosamina, glutammina, selenio, niacina, acido folico e molte altre cose. Inoltre mi ha prescritto delle analisi del sangue, che ho fatto il 14. Non posso riportare tutti i risultati perché supererei il limite di caratteri. Ne riporto alcuni:
- P-CK 120 U/L
- P-AST 20 U/L
- P-Proteina C-Reattiva <0.1 mg/dL
- P-Trigliceridi 79 mg/dL
- P-ALT 22 U/L
- P-GammaGT 16 U/L
- P-Urea 37 mg/dL
- S-Ferritina 168 ng/mL.

Ce ne sono anche altri. LDH e VES non compaiono. Comunque il mio medico di base mi ha detto che ho tutti valori nella norma.
Però non so quanto siano attendibili visto che le analisi le ho fatte 22 giorni dopo.

2) Siccome il dolore persisteva, il mio medico di base mi ha prescritto delle punture di bentelan e dicloreum. Le sto facendo da 4 giorni e il dolore mi è quasi passato del tutto. I sintomi si sono però "evoluti", e ora mi vengono spesso dei crampi al gluteo sinistro e alle gambe (sul davanti). Ho sempre un senso di debolezza e intorpidimento. Inoltre al risveglio quando contraggo i muscoli per "stiracchiarmi" ho come uno spasmo involontario alle gambe (nella parte alta, sia davanti che dietro) e al gluteo sinistro, e sento come una sensazione di forte bruciore interno. Quasi come se avessi dell'acido dentro. Il bruciore va via via attenuandosi e scompare dopo circa un minuto.
Inoltre ho difficoltà a sollevare la gamba sinistra da coricato.

Ora devo fare una RX lombare per escludere problemi ai dischi, e dopo la RX ho prenotato una visita ortopedica.

Nel frattempo ho sospeso ogni attività fisica.
Secondo lei devo evitare anche lo stretching? e quando ho un crampo cosa faccio? posso ignorarlo o devo fermarmi?