Utente 149XXX
Buon giorno!
Volevo sapere se la cavitazione medicale effettuata non da un medico ma da un' estetista (che opera però sotto controllo e macchinario del medico) può comporre dei rischi. Il parere di un chirurgo estetico che ho consultato recentemente è stato quello di evitarla poichè in Francia, ad esempio, questa procedura è stata vietata perchè può essere pericolosa in quanto il tessuto adiposo che viene "staccato" dal manipolo, circolerebbe poi libero e c'è il rischio che blocchi un vaso linfatico provocando un embolo. Io la cavitazione l'ho provata anni fa ma ora che mi accingerei a riutilizzarla, sono parecchio spaventata dall'affermazione di questo medico. Io ho del tessuto adiposo localizzato e pelle rilassata sul basso ventre, nell'interno coscia, esterno coscia e sui glutei e dopo un forte dimagrimento non c'è verso comunque di eliminarlo. Come mi devo comportare senza necessariamente ricorrere (almeno per ora) alla liposuzione?
Vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Michele Piccolo

40% attività
20% attualità
16% socialità
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
gentile utente, la cavitazione è una metodica generalmente poco aggressiva ed in genere come non dà risultati eclatanti, non fa danno. L'importante è che l'operatore conosca bene il tessuto che sta trattando ed abbia una buona competenza clinico-diagnostica per adeguare il trattamento al distretto trattato. Per quanto attiene i rischi embolici e di necrosi tissutale, va chiarito che spesso la tecnica prevede l'utilizzo contemporaneo di infiltrazioni di soluzioni nel sottocute e, forse, era riguardo a tali aspetti che si era espresso il chirurgo estetico da lei citato. Concludendo un estetista non dovrebbe fare la cavitazione perché non sa fare la diagnosi e circostanziare la terapia. Tale indicazione anche se, spesso non è suggerita dall'eventualità di pericoli importanti, è fortemente motivata dall'obbiettivo di rendere più efficace la metodica utilizzata, cordialità
Dr. Michele  Piccolo