Utente 186XXX
Buonasera,
ho contattato diversi studi medici per la rimozione di un tatuaggio nero.
Alcuni utilizzano il laser a pico secondi, altri il q-switched. Facendo alcune considerazioni del tipo:
-il laser pico richiede meno sedute ma è anche vero che il q-switched dà buoni risultati
-il mio tatuaggio è nero
-prezzo più accessibile ma soprattutto più "dilazionato" nelle sedute
sto optando per uno studio che utilizza il laser "LUMENIS M-22".
Il dottore ha specificato che ha una frequenza solo per il nero e che dunque fa al mio caso. Leggendo su internet ho appurato che la frequenza è idonea per il nero; l'unico dubbio è che spesso ho letto che non tutti i laser hanno la stessa qualità. Quindi volevo togliermi questo ultimo ma importante dubbio prima di iniziare o meno il trattamento.

Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Enzo D'Ambrosio

36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Buonasera,
Per la rimozione di tatuaggi io applico e consiglio il metodo plexr meno invasivo del laser e più tollerato in quanto non lascia praticamente nessuna cicatrice. La mia collaboratrice d.ssa Heravi si trova nella sua zona per questi trattamenti. Normalmente per i tatuaggi di medie dimensioni servono due sedute.

Cordiali saluti
Dr. Enzo D'Ambrosio - Centro Mediterraneo Uveiti
Centro Oftalmico D'Ambrosio - Taranto
www.centroftalmicodambrosio.eu - cercaci su Fb!