Utente 167XXX
Buongiorno sono passati circa 4 mesi dall'intervento per posizionamento di distrattori interspinosi in L4-L5 ed l5-S1 per lombalgia cronica in discopatia ,non ho avuto alcun beneficio ,il medico che mi ha operato ha dichiarato che dovrò convivere con la fiosterapia che attualmnete sto eseguendo (rieducazione posturale e nuoto ) ma nonostante, i dolori (sopratutto da quando sono rientrato al lavoro) sono ripresi in maniera più forte ed alcuni giorni fa ho accusato un forte dolore lombosacrale al risvegio che mi ha impedito la deambulazione.Attualmente sono in cura con 1 Fl di bentelan da 4 mg IM..Vorrei sapere se in questo periodo quali esercizi posso fare a casa per la schiena,infine come ultima domanda gradirei una vostra indicazione sull'utilità delle fasce lombosacrali che scaldano la zona.
Grazie

[#1]  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

sono dispiaciuto che il risultato del suo trattamento chirurgico non sia stato soddisfacente, purtroppo può capitare.

Andiamo per ordine:

- "...sto eseguendo (rieducazione posturale e nuoto ) ma nonostante, i dolori (sopratutto da quando sono rientrato al lavoro) sono ripresi in maniera più forte ed alcuni giorni fa ho accusato un forte dolore lombosacrale al risvegio che mi ha impedito la deambulazione...";

dal suo racconto non si evince, se le è stato stilato un PROGRAMMA DI TRATTAMENTO PERSONALIZZATO ED INDIVIDUALE, da parte di un medico Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione e se ha effettuato uno o più cicli di fisioterapia, con aiuto, guida e/o supervisione di un Fisioterapista.

Se così NON è stato, è importante e prioritario avere un piano di trattamento specifico, con monitoraggio dei trattamenti e risultati ottenuti,

allo scopo di modificare/rivedere il piano di trattamento stesso da parte del Fisiatra, che dovrà avere un rapporto diretto con lei e con il fisioterapista di riferimento.

- "...Vorrei sapere se in questo periodo quali esercizi posso fare a casa per la schiena,...";

è valida la stessa risposta che le ho dato prima,

poichè NON esistono esercizi di prassi, uguali per tutti, ma vanno individualizzati "ad personam".

- "...infine come ultima domanda gradirei una vostra indicazione sull'utilità delle fasce lombosacrali che scaldano la zona...";

tutto ciò che sprigiona "calore", và benissimo nel caso in cui il disturbo sia di origine CRONICA NON INFIAMMATORIA, mi spiego meglio, se il suo disturbo è di origine osteo-artrosica, patologia degenerativa ossea, le fasce che sprigionano calore vanno benissimo.

Probabilmente,
vado a "tentoni" mi passi la terminologia poco consona ma immediata,

il suo disturbo ha sia un origine di tipo infiammatorio, sia di tipo cronico-degenerativo.

Purtroppo dirle a priori se la fascia lombare, in commercio ne esistono più modelli, nel suo caso specifico sia indicata, mi è impossibile farlo,
poichè non ho un quadro clinico "de visu", obiettivabile.

Tuttavia può provare, di certo se le risulta intollerata, basta non usarla più e non avviene un alterazione del suo stato clinico attuale,
mentre se ne ha beneficio può tranquillamente continuare a farne uso.

Spero di esserle stato utile.

Cordialità.
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)

[#2] dopo  
Utente 167XXX

Buongiorno,grazie per la risposta.Scusi se non mi sono spiegato ,in effetti dopo un mese dall'intervento (da indicazioni del reparto)ho eseguito una visita fisiatrica ed ho iniziato un ciclo di 10 sedute con le seguenti indicazioni:ciclo di rieducazione funzionale colonna (lavoro per i muscoli stabilizzatori della colonna ante e post,intrinseci ed estrinseci in condizioni statica e dinamica, progressivo recupero della articolarità Propriocettiva)con un fisioterapista Ho anche eseguito 10 sedute di massaggi più pedana vibrante sempre su indicazioni del fisiatra alternando nuoto libero in piscina(dorso e stile libero )e ho continuato a eseguire gli esercizi di fisioterapia che svolgevo in palestra a casa e il nuoto in piscina due volte la settimana.
Vorrei sapere se durante questa fase "acuta" posso svolgere (a parte il nuoto)gli esercizi di FKT che eseguo normalmente.
Grazie .

[#3]  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

come ho avuto modo di anticiparle in altri termini,

gli esercizi vanno "adattati, vestiti" sul paziente,

ed a secondo della sintomatologia riscontrata durante l'esecuzione degli esercizi.

Regola di base vuole essere che se un esercizio provoca dolore và evitato, vanno mantenuti tutti quegli esercizi, utili, ma che non vadano a scatenare la fase algica.

Cordialità.
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)

[#4]  
Dr. Carmine Del Gaizo

24% attività
0% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
gentile signore,
ciò che sicuramente non deve fare è lasciarsi andare sia psicologicamente che fisicamente. deve continuare a svolgere una attività riabilitativa per mantenere il tono muscolare e pensare che , pur con eventuali nuovi trattamenti , anche chirurgici , magari mininvasivi piuttosto che di stabilizzazione "non dinamica", potrebbe in futuro migliorare il suo mal di schiena.
non è sicuramente una condizione piacevole ma non si perda d'animo.
cordiali saluti
Dr. CARMINE DEL GAIZO
"NEUROSPINE TEAM"