Utente 141XXX
Il 01/11/2009 resto bloccata a letto con dolori fortissimi alla schiena e alla gamba destra, da RMN: modici segni di artrosi in specie di tipo interapofisario a carico dei metameri vertebrali lombari. Normale ampiezza del canale spinale e dei canali di coniugazione. Lieve riduzione di spessore, segni disidratativi e diffusa protrusione posteriore del disco intersomatico L4-L5 che impronta il sacco durale e sporge nei relativi canali di coniugazione. Ridotto spessore, segni disidratativi ed ernia posteriore mediana e paramediana destra del disco intersomatico L5-S1 che impronta la radice S1 destra. Dopo cura cortisonica, assunzione di antiossidanti, antidolorifici vari, massaggi, a 2 mesi di distanza accuso ancora un lieve dolore alla schiena, a tutta la gamba e piede destro, inoltre il piede destro presenta ancora un lievissimo gonfiore e rossore, ma soprattutto, mancanza di forza ( non riesco a camminare sulle punte ); ho anche mancanza di sensibilita' sulla coscia nella parte sottostante l'inguine. Un Ortopedico e due neurochirurghi mi hanno consigliato l'intervento pur non assicurandomi il recupero della forza nel piede. Se avessi avuto ancora il dolore acuto, non avrei avuto dubbi sull'intervento, ma adesso che sto riprendendo la mia vita in mano ( riesco a fare tutto anche se un po' dolorante ) proprio non mi va di rimettermi a letto per un mese e forse piu'. Ho possibilita' di recupero anche senza operarmi, avendo ancora pazienza e magari praticando nuoto o una sorta di terapia riabilitativa?




[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Ma perchè gentile signora non si vuole operare? Tante, tantissime patologie del rachide, lombalgie e lombosciatalgie, artrosi vertebrali, discopatie e protrusioni discali, ernie discali senza deficit neurologici importanti non vanno operate mai, quasi il 95% , ma quando l'intervento chirugico si impone, è indispensabile va fatto!
Esegua prima l'esame elettromiografico degli arti inferiori e se si evidenziano i segni di denervazione media o marcata a destra, come certamente sarà, ascolti il parere dei colleghi che l'hanno visitata e si operi, sopratutto essendo lei così giovane!
Cordialmente
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
Utente 141XXX

Perchè non mi voglio operare?
Semplicemente perchè ho molta paura!
Comunque, mi opereranno la settimana prossima salvo imprevisti; a proposito di questo volevo chiederle quale dovra' essere il mio comportamento, immediatamente dopo l'intervento e anche in seguito per scongiurare il ripresentarsi del problema. Quale tipo di sport potro' fare e dopo quanto tempo? quando potro' affrontare una gravidanza?
La ringrazio e la saluto cordialmente.