Utente 149XXX
chiedo un consiglio dopo aver eseguito una rm cervicale:
sospetto diagnostico:ernia discale
tratto cervicale in asse con normale intensità di segnale del midollo osseo endo-spugnoso.al passaggio c5-c6 ridotto lo spessore ed il segnale del disco inter-vertebrale.ernia discale posteriore mediana e para-mediana bilaterale,con impronta sullo spazio liquorale peri-midollare annteriore,fino a lambire la superficie ventrale del midollo spinale.quest'ultimo ha normali volume e struttura.regolare il diametro sagittale dello speco vertebrale.
ho effettuato 3 mesoterapie e sono in attesa di tens e kinesi terapia.....adesso però ho dolori continui al braccio sx,formicolii in entrambe le braccia e gambe,pesantezza e dolori gambe.
il mal di schiena si è esteso fino a sotto le scapole.
vorrei sapere bene la diagnosi della risonanza x capire,e cosa posso fare,xchè i sintomi peggiorano.
l'ernia deve rientrare o ci si può convivere con questo?
grazie per la sua attenzioni.
cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Mirko Parabita

28% attività
4% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
GINOSA (TA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2004
Egregio utente,
risulta difficile che un'ernia "rientri", ma si può lavorare affinchè il quadro non peggiori. Un'ernia è provocata dalla compressione sul disco intervertebrale cui consegue una disidratazione dello stesso che, successivamente, può provocare una compressione (o impronta) midollare: il midollo è protetto da numerose strutture, il grado di compressione sulla stesse determina un quadro di protrusione o di ernia (a sua volta di complessità di diverse). Il o i cicli di fisioterapia prescritti dal Fisiatra, possono e dovrebbero aiutare il paziente a contenere sia gli aspetti evolutivi della patologia, sia a attenuare la sintomatologia ad esso connessa. Se, nonostante la fisioterapia prescritta (che comunque deve ancora iniziare), permangono i sintomi, come da Lei riferito, è opportuno avvalersi di supporto farmacologico, indicazione che potrà darLe il Collega Fisiatra che (penso) Le ha effettuato le sedute di mesoterapia e Le ha prescritto il programma riabilitativo al quale dovrà sottoporsi

Cordiali saluti
Dr. Mirko Parabita