Utente 251XXX
Salve Dottori, vi espongo il mio problema. Faccio sollevamento pesi da alcuni anni, ieri all'inizio di una ordinaria sessione di palestra ho avuto qualche problema, avevo dei normalissimi dolori post-allenamento (allenamento del Lunedì) ai pettorali che in questa sessione non dovevo allenare, inizio il riscaldamento per prepararmi ha fare i dorsali, il riscaldamento consiste nel contrarre questi ultimi spostando indietro le braccia piegate e parallele al terreno senza alcun tipo di peso, un movimento troppo brusco mi causa un leggerissimo dolore ai pettorali il che penso sia normale visto l'indolenzimento, tutto torna alla normalità in una frazione di secondo quindi inizio ad allenare, dopo due esercizi di 4 serie per i dorsali avverto un dolore (simile ad un fitta persistente) nella parte più vicina allo sterno del pettorale destro, questo non mi impedisce di continuare l'allenamento. Terminata la sessione rientro a casa e vado a letto, con il dolore quasi sempre fisso, dormo male tutta la notte, stamattina mi sveglio con un dolore persistente nella stessa zona, che mi duole al movimento (anche sollevandomi dal divano senza usare il braccio dx per non sforzare il pettorale), e alla respirazione profonda. Talvolta mi sembra di avere sollievo comprimendo la zona con la mano. Oltre al dolore mi sveglio con 38 di febbre che non sò se sia collegata o meno con il trauma. Ho applicato circa un ora e mezza fà del Voltaren al momento senza miglioramenti e preso una compressa di Tachipirina da 500mg per la febbre. La zona interessata non presenta arrossamenti o macchie violacee dovute ad accumulo di sangue, riesco a compiere normalmente qualsiasi movimento anche se con dolore, in più gli qualche sporadico starnuto mi fà contrarre involontariamente i pettorali che alla contrazione si comportano stranamente, ovvero se contraggo volontariamente il pettorale destro(dolente al movimento) stento dolore ma meno intenso, mentre contraendo il sx avverto il dolore più acuto nella zona sopra descritta del dx. Stando seduto e fermo il dolore è quasi assente ma permane la sensazione di qualcosa che non và suddetto pettorale. Essendo impossibilitato ad andare dal mio medico dalla febbre mi chiedo se possa trattarsi di uno strappo vero e proprio o di un più semplice stiramento? Inoltre come mi devo comportare questi giorni prima di andare a fare un controllo?

Mi scuso per le ripetizioni durante la descrizione del problema.

Vi ringrazio per la Vostra disponibilità.
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

spero per Lei che il suo disturbo sia diminuito;

in ogni caso il riposo, l'utilizzo del ghiaccio di gel/pomate antinfiammatorie localmente, sono utilissimi,

in attesa di un eventuale controllo da concordare con il suo medico curante,

presso uno Specialista Fisiatra nella sua zona di residenza.

Vedrà che il Collega Specialista con la valutazione obiettiva, la valutazione di eventuali esami in suo possesso, eventuali altri accertamenti,

sarà in grado di poterla aiutare, se necessita anche impostando uno specifico programma ed idoneo trattamento riabilitativo e/o terapeutico.

Cordialità
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)

[#2] dopo  
Utente 251XXX

la ringrazio per le delucidazioni in merito, sono passati 5 giorni in cui ho utilizzato la pomata Voltaren, il disturbo è diminuito ma non cessato, anche perchè non utilizzare affatto questa parte del corpo risulta difficile (anche se cerco di non sforzarla con carichi ecc) , in settimana ho il colloquio con il mio medico di base. Vorrei porre le ultime domande, quanto sono lunghi in media i tempi di guarigione che si tratti di uno strappo o di uno stiramento? Sarà poi possibile riprendere l'attività sportiva?

[#3] dopo  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Indicativamente potrebbero bastare 2/4 settimane,

molto dipende dall'entità della lesione.

Solitamente, dopo la completa guarigione,

non ci sono problemi per la ripresa dell'attività sportiva.

Cordialità
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)