Utente 715XXX
Ho 62 anni, ho insegnato per 36 anni, da settembre sono in pensione, per 30 anni ho sofferto ogni tanto di vertigini che ho curato con Torecan; da settembre soffro di sbandamenti (quando sono a letto sto bene, quando invece cammino sento di non avere equilibrio). Mi ritrovo nella definizione che il vocabolario dà di “vertigine soggettiva” (senso di instabilità del proprio corpo, di mancanza di equilibrio, di incertezza nel camminare, di ondeggiamento della persona). Ho fatto la radiografia del rachide cervicale con questa diagnosi: “abolita e parzialmente invertita la fisiologica lordosi cervicale, diffusi segni di spondilosi con uncoartrosi, ridotti in ampiezza gli spazi discali C3-C4, C5-C6, C6-C7”. Dalla diagnosi del fisiatra risulta: “Romberg positivo in lateropulsione dx e sx, con accentuazione delle oscillazioni ad occhi chiusi, non deficit neuromotori ai quattro arti”. Porto per qualche ora al giorno il collare ortopedico morbido, prendo Vertiserc 2 volte al giorno, ho fatto a dicembre 2007 ed a maggio 2008 2 cicli di laser, massaggi e ginnastica posturale, ma i disturbi restano. Ho fatto anche l’Ecocolor doppler ai tronchi sovraortici, da cui risulta: “assi carotidei pervi, di calibro normale, biforcazioni carotidee senza alterazioni parietali di rilievo, vertebrali pervie, l’esame non evidenzia reperti deponenti per stenosi emodinamicamente significativa”. Ho 2 noduli alla tiroide, uno di 0,9 X 1,3 cm e l’altro di diametro massimo di 0,6 cm. Prendo da qualche anno Sinvacor 20 mg per tenere a bada il colesterolo e da maggio 2007 uso il collirio Timolabak 0,25. Gradirei vostri consigli.
Grazie per l’attenzione

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile professoressa, tante volte ho trattato tale argomento e lo può leggere andando a cliccare sul mio nome e vedere i tanti consulti sull’argomento:
https://www.medicitalia.it/consulti/medicina-fisica-e-riabilitativa/31488-gonfiore-alla-base-destra-del-collo.html
https://www.medicitalia.it/consulti/medicina-fisica-e-riabilitativa/27300-colpo-di-frusta-vertigini.html
https://www.medicitalia.it/consulti/neurologia/10792-ernia-discale-pre-e-intraforaminale-sinistra-associata-a-uncartrosi-con-compressione.html
https://www.medicitalia.it/consulti/neurochirurgia/11904-ernia-cervicale.html
https://www.medicitalia.it/consulti/neurochirurgia/35152-vertigini-e-poca-stabilita-sulle-gambe.html
https://www.medicitalia.it/consulti/ortopedia/30839-un-enorme-fastidio-al-collo.html
https://www.medicitalia.it/consulti/ortopedia/21372-unco-artrosi.html
https://www.medicitalia.it/consulti/medicina-fisica-e-riabilitativa/14471-le-vertigini-sono-scomparse-x-ripresentarsi.html
A volte sono turbe dipendenti dall’orecchio e per tale motivo va fatto un consulto di un otorino o otoneurologo con l’esame cocleovestibolare.
Tali sintomi sono spesso dipendenti invece dal rachide cervicale sia derivanti da “ un colpo di frusta “ sia derivanti da un’artrosi cervicale o da una uncopatia cervicale, o a volte dalla stessa alterazione morfologica del rachide cervicale.
Pertanto un consulto specialistico ortopedico , dopo quello dell' otorino, è necessario.
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -