Utente 789XXX
La sera del 07/04 nell'effettuare un esercizio che alternava corsa all'indietro con scatti in avanti, al momento del cambio di direzione scattando in avanti ho sentito una fitta dolorosa al polpaccio dx e non sono più riuscita a camminare (potevo appoggiare solo la punta del piede).
Al pronto soccorso mi hanno diagnosticato una distrazione al gemello mediale e consigliato un ecografia. Per la settimana successiva ho fatto impacchi con il ghiaccio e sono stata a riposo, muovendomi con le stampelle ed eventualmente appoggiandomi solo un po' sulla punta del piede (se cerco di appoggiare il piede stendendo la gamba sento tirare dolorosamente il polpaccio) Alla vista il polpaccio non si è né gonfiato né presenta ematomi visibili.
Oggi (13/04) ho fatto l'ecografia che ha dato come esito: "minima disomogeneità strutturale al livello della giunzione muscolo-tendinea distale del gemello mediale di destra, che a tale livello appare piuttosto ipoecogeno, con adiacente raccolta fluida ovalare di 9x2mm, in quadro compatibile con recente trauma distrattivo. Non segni di rottura completa delle strutture muscolo-tendinee in esame."
Vorrei sapere se visto questo esito è necessario che faccia una visita fisiatrica per farmi prescrivere delle terapie o se basta semplicemente che continui a stare a riposo e nel caso per quanto tempo. Quando potrei ricominciare l'attività fisica senza rischi? Una volta guarita l'area lesionata rimarrà sempre più debole/a rischio di subire un nuovo strappo?

Grazie
cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se non ricevesse risposte in questa area provi a ripostare ANCHE in area ORTOPEDIA

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com