Utente 930XXX
da circa 8 mesi ho questo problema:
all'improvviso ho avvertito delle tensioni alle braccia, accellerazione dei battiti cardiaci, fiato corto.
Dopo una visita al pronto soccorso ho fatto delle visite specialistiche tra cui cardiologo (Ecg regolare, prova da sforzo, regolare) ecodopller regolare.
Gli episodi si sono ripetuti e mi è stata consigliata una risonanza magnetica dalla quale è risultato segni di spondilosi somatica con artrosi interapofisaria, poi ho fatto una rx tratto cervicale dalla quale è risultato segni radiografici di spondilosi del tratto cervicale.
Da una seconda RM cervicale risulta uan riduzione di ampiezza dei dischi intersomatici C3-C7.
Ho fatto anche una visita neurologica e mi è stato prescritto xanax ed integratori.
Non ho mai avuto gravi problemi di ansia e gli esami del sangue e urina sono tutti regolari tranne il colesterolo che da sempre varia tra 200, 230.
Dopo più di otto mesi quasi periodicamente, se non propio giornalmente ho degli espisodi di tensione al braccio sinistro e senso di costrizione al torace, anche se non troppo gravi, però fastidiosi.
Chiedo gentilmente quale potrebbe essere il mio problema e se mi consigliate delle possibili terapie (tens massaggi o altri).
Il mio medico dice che è solo ansia ma questa si accentua solo quando avverto gli episodi descritti. Ho la pressione sanguigna un pò bassa e sono brachicardico.Faccio sport, maggiormente in estate. Aspetto una vostra risposta in merito al mio problema.

[#1]  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la sintomatologia da lei descritta effettivamente sembra più afferibile a stati emotivi/ansiosi che non di natura organica. Infatti, esclusa la patologia cardiaca, vista la negatività degli esami strumentali eseguiti, ed escludendo anche la patologia cervicale, che al massimo potrebbe determinarle delle parestesie o formicolii agli arti inferiori, è generalmente uno stato ansioso che si manifesta con tachicardia e dispnea (fiato corto). Il neurologo d'altra parte le ha già consigliato una terapia ansiolitica (xanax)utile in tali casi. L'utilizzo di TENS e di manipolazioni cervicali, sono più utili soprattutto nel prevenire le fasi infiammatorie a carico della colonna vertebrale.
Saluti
Dr. Vincenzo MARTINO

[#2] dopo  
Utente 930XXX

La ringrazio per il vostro intervento, ma mi chiedo come mai questo stato di ansia può durare così tanto tempo e se per questo stato fisico del problema esistono possibili terapie.
Grazie di nuovo.

[#3]  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Purtroppo gli stati ansiosi, se non legati a particolari fasi di vita ma a un proprio modello caratteriale, possono durare a lungo. La terapia già le è stata prescritta, se non dovesse trovarne beneficio è necessario che ne parli con il collega neurologo.
Saluti
Dr. Vincenzo MARTINO

[#4] dopo  
Utente 930XXX

Grazie per il consulto, sono andato da uno psichiatria che ni ha prescritto samyr 400 la mattina e gocce di En la sera. Poi mi ha detto che il mio problema (tensioni al braccio e costrizione al petto) potrebbe essere una nevrite e quindi consultare un fisiatra.
Cosa ne pensate?
Buon natale a tutti

[#5]  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, on line non è possibile effettuare una valutazione da parte di un collega, che ha avuto l'oopurtinità di visitarla. Deve necessariamente seguire le direttive terapeutiche indicatole.
Auguri
Dr. Vincenzo MARTINO