Utente 549XXX
Salve, da quasi due mesi avverto dei suoni
strani al collo da un giorno all'altro.
Ricordo che il giorno prima avevo fatto dei movimenti di torsione estrema da una parte del collo ed ero in una posizione contratta per circa una ventina di minuti. C'è anche da dire che nel sollevare lo scooter da ormai un anno sempre da un lato avrò fatto anche in questo caso una trazione estrema di qualche muscolo. Ora non so quanto possa dipendere il primo o il secondo caso, fatto sta che ora sento dei suoni sinistri quando piego la testa, e quando faccio dei respiri un po' più profondi sento che scatta qualcosa e il suono è tipo acuto come se fossi fatta di vetro. Sembra come se non si connettesse più bene qualcosa e anche al tatto lateralmente alle vertebre cervicali sento qualcosa di molliccio che si sposta come se si fosse stirato un muscolo.. . infatti quando lo tiro non sento più scattare. Sono passati quasi 2 mesi e ancora non mi passa.. . mi sta creando molto disagio perché mi è venuta l'ansia di respirare, ho paura di sentire quello scatto.. . e quindi respiro in modo contratto e teso.
Può essere stiramento o accavallamento di qualche muscolo? E quanto serve affinché si riprenda del tutto?

Grazie mille

[#1]  
Dr. Luigi Leone

20% attività
20% attualità
0% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
Gentile Signora,
il "suono sinistro" che Lei sta avvertendo non ha nulla di "sinistro" ma è il rumore e/o lo scatto dovuto al movimento delle piccole articolazioni interapofisarie vertebrali.
E' il rumore e/o lo scatto articolare che il paziente avverte quando viene trattato da un osteopata o da un chiropratico ed in un certo senso attesta la liberazione e la ripresa funzionale di una articolazione prima bloccata.
Quindi è un suono articolare favorevole e non "sinistro".
Inoltre è molto frequente nei soggetti giovani con ottima morfologia e funzionalità articolare.
Non sia preoccupata per questi "suoni" e forse-probabilmente lo stiramento o sforzo o torsione estrema, come da Lei riferito, è stato la causa della liberazione funzionale di una o più articolazioni interapofisarie prima bloccate ed ora normalmente mobili.
E' come se si fosse auto-manipolata il collo senza pagare il chiropratico o lo osteopata per farlo !
Molti cordiali saluti
Dr. Luigi Leone
Specialista in Ortopedia e Traumatologia, in Fisiatria e in Medicina Sportiva