Utente
Dopo circa 40 anni di disturbi non curabili, anche se ho fatto tutte le visite e gli esami del caso, ho il sospetto che la mia autodiagnosi sia da prendere in considerazione.
Questi sono i fatti:
-per circa 10 anni ho sofferto di forti dolori alla regione cardiaca senza che mi fosse fatta una diagnosi e senza efficacia di cure;
-i predetti dolori sono terminati quando sono iniziati quelli allo stomaco (durati circa altri 10 anni) con diagnosi di gastrite cronica severa e senza che i medicinali mi alleviassero i dolori;
-i dolori allo stomaco sono cessati quando sono iniziati quelli alla prostata che sono durati altri 15 anni con diagnosi di prostatite cronica e senza alcuna possibilità di alleviarli con dei medicinali;
-appena mi sono passati i dolori alla prostata sono purtroppo iniziati quelli fortissimi ed insopportabili alla nuca, che mi affliggono a tutt'oggi, con diagnosi di artrosi cervicale grave, ed anche in questo caso i medicinali e le cure sono risultati inefficaci.
Non sono convinto che questi ultimi dolori dipendano dall'artrosi, sospetto invece che tutte queste irritazioni/infiammazioni abbiano una causa comune che deve ancora essere diagnosticata al fine di permettermi di trascorrere una vecchiaia almeno passabile, perchè così la qualità della mia pseudo vita è pessima, soprattutto nei mesi non estivi.
Abito in Alto Adige e sarei molto grato se qualcuno avesse dei suggerimenti da darmi come ad esempio se e dove esistono strutture pubbliche specializzate in materia per effettuare una diagnosi che confermi o non i miei sospetti.
Ringrazio in anticipo per qualsiasi suggerimento

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non occorrono strutture specializzate al suo caso,
(AUTODIAGNOSI), ma qualsiasi struttura pubblica che sia realmente disponibile all'ASCOLTO della sintomatologia che descrive.
Purtroppo tramite Internet senza una visita non si può aggiungere alcun contributo.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente
Ringrazio per la risposta. Fino ad oggi ogni specialista ha esaminato il disturbo specifico del momento comprensibilmente solo per la parte che lo riguardava. Per me potrebbe trattarsi di un virus o batterio, non individuabile dagli esami di prassi di laboratorio, che gira tra i miei organi infiammandoli di volta in volta oppure di disturbi psicosomatici. Capisco che l'ipotesi è fantasiosa ma visto che tutti i disturbi evidenziati non sono stati curabili e sono stati diagnosticati come infiammazione, non trovo altra spiegazione. A questo punto desidererei solo sapere a quale ramo della medicina dovrei rivolgermi all'inizio (ovviamente concordando con il medico di famiglia).

[#3]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Per un inquadramento anche uno specialista in Medicina generale.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com