Protuberanza dolorosa in testa

Salve,ieri sera mi sono tocca per caso un "bozzo" nella parte destra della testa..in vicinanze delle tempie!Pensavo fosse un brufolo ma il cuoio capelluto non mi pare sia arrossato..è molto doloroso!Stamattina avverto dolore nella parte interessata anche non toccando il bozzo e mi sembra di avare una sorte di calore che mi si irradia nella parte destra della faccia e un leggero dolore all'orechio..sempre destro!!!Sono molto allarmata..anche perchè è da due settimane che ogni movimento con la testa...quando mi sdraio sul letto quando mi alzo o mi rigiro sempre sul letto, quando mi abbasso oppure quando bevo l'acqua e porto la testa all'indietro ho un fastioso senso di vertigine e di mancanza di equilibrio..oltre che sentire una strana pulsazione all'orecchio come fosse il battito cardiaco!!!!!!!Vi sono grata per la risposta che vorrete darmi..
[#1]
Attivo dal 2010 al 2011
Medico di medicina generale, Medico di base, Pneumologo, Psicoterapeuta
Gent.ma Utente,

temo sia impossibile fornirLe una risposta attendibile senza un esame clinico diretto. Il mio suggerimento è quello di contattare il Suo Medico di Medicina Generale.

Saluti.
[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la sua risposta..che però, mi perdoni, ma è abbastanza ovvia e non mi da nessun tipo di indicazione!!E' naturale che contatterò il mio medico di base, il punto è che non lo trovo prima di stasera e volevo sapere qualcosa prima!!Le vostre risposte mancano tutte di un esame clinico diretto..eppure delle indicazioni vengono date...!Grazie comunque
[#3]
Attivo dal 2010 al 2011
Medico di medicina generale, Medico di base, Pneumologo, Psicoterapeuta
Gent.ma Utente,

Capisco il Suo punto di vista e mi scuso per la brevità della risposta. La mia risposta, in realtà, dovrebbe essere letta come "Potrebbe non esserci nessun problema, potrebbero essere parecchi problemi diversi, potrebbero essere non gravi, moderatamente gravi o gravissimi ed essere inerenti a decine di discipline diverse, quindi è impossibile orientarsi neppure in minma parte senza qualche reperto diretto".

In pratica, è come se Lei si trovasse in una città che non conosce, fermasse un vigile e gli chiedesse "Qual è la strada di casa mia?" Il vigile sarebbe costretto a chiederle almeno la città e l'indirizzo e anche in quel caso non sarebbe detto che conosca la topografia della Sua città. Ecco, noi medici ci troviamo spesso nella stessa situazione.

Credo che converrà con me che, su queste basi, non sarebbe prudente né consigliabile fornirLe indicazioni che non avrebbero nessuna attendibilità.

Saluti.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa