La cosa è costante anche quando sono seduta, ma più sopportabile

Buongiorno, sono una ragazza di 27 anni e da un mesetto ho questi sintomi:
mal di testa, ho difficoltà a lavorare davanti al pc perchè gli occhi mi fanno male, ogni volta che mi alzo dalla sedia sento come se la pressione salisse in testa e ho delle vampate e la cosa è costante anche quando sono seduta, ma più sopportabile.La cosa non passa con il sonno, non ho preso analgesici, soffro di sinusite e di bruxismo e ho pensato che dipendesse da questo. Cos'altro dovrei prendere in considerazione da tenere sotto controllo?Questo problema mi crea parecchie difficoltà perchè nn riesco a concentrarmi e a svolgere le normali attività.Grazie
[#1]
Attivo dal 2010 al 2011
Medico di medicina generale, Medico di base, Pneumologo, Psicoterapeuta
Gent.ma Utente,

Alcune domande che potrebbero aiutare a chiarire. Le capita più spesso in alcuni momenti del ciclo? La cefalea in che zone del capo è distribuita? E' uni- o bilaterale? Si accompagna a nausea o vomito? E' gravativa o pulsante? Quanto tempo impiega per iniziare? Ha notato se assumendo (o evitando) certi alimenti o bevande è in grado di influenzare gli accessi? Quanto tempo dura un accesso di cefalea, in genere? Ha mai eseguito accertamenti? Il Suo medico le ha mai misurato la pressione arteriosa o ha eseguito un esame neurologico durante un accesso di cefalea?

Risponda pure con calma :)

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dunque, durante il ciclo può capitare che abbia mal di testa ma non di questo genere.La pressione che sento è sopra la testa e preme sulle tempie e sento pesantezza agli occhi.Niente nausea nè vomito, sicuramente aumenta se mi muovo.Non bevo caffè e ho evitato di mangiare cioccolata e bere te. In certi giorni è molto pesante come ho descritto sopra ma la cosa che noto costante è questa sensazione di pressione che sale alla testa e le vampate quando mi alzo, cosa che non mi è mai capitata prima. Non ho mai avuto problemi di pressione, sempre nella norma, e non ho mai fatto una visita neurologica.Dovrei controllare la pressione?grazie per la celere risposta.
[#3]
Attivo dal 2010 al 2011
Medico di medicina generale, Medico di base, Pneumologo, Psicoterapeuta
Gent.ma Utente,

fermo restando che è necessario un esame fisico e, nello specifico, neurologico (non è necessario che sia un Neurologo a effettuarlo, è sufficiente un Medico di Medicina Generale che sappia il fatto suo), il campo sembrerebbe ridursi a due tipi principali di cefalea.

Il primo è da pressione arteriosa alta, il che non deve allarmare perché potrebbe essere anche dovuto a stress e non aumentare necessariamente i fattori di rischio. In questo caso è utile un monitoraggio della stessa secondo le Linee Guida della British Cardiologic Society, una volta alla settimana per 3 mesi in modo da valutare la possibilità di intervenire sugli stili di vita o farmacologicamente. In Italia alcuni medici suggeriscono di monitorarla due o tre volte al giorno ma ci sono evidenze scientifiche piuttosto chiare che questo porti al trattamento farmacologico eccessivo di ipertensioni che sono innescate da meccanismi ansiosi.

L'altro tipo è quello della cefalea tensiva, anch'esso causato e potenziato da stress e che si tratta, in genere, con farmaci del tipo dell'Amitriptilina, con qualche effetto collaterale nelle prime settimane che poi diminuisce e può, comunque, venire minimizzato dall'aggiustamento posologico.

Ad ogni modo, una cefalea di insorgenza recente e durata superiore ai 30 giorni o con caratteri che mutino inspiegabilmente, richiederebbe sempre l'esecuzione di una RM encefalo per escludere altre cause.

Terrei anche in considerazione la possibilità che una delle componenti della Sua cefalea sia la sinusite: questa non va quasi mai trattata con antibiotici ma semplicemente con decongestionanti nasali come il Beclometasone o il Mometasone, da usarsi a cicli di 6-12 settimane per volta.

Naturalmente, il mio primo e più importante consiglio è e sarà sempre: si rivolga prima al Suo Medico di Medicina Generale: sarà lui che deciderà se ha bisogno di una consulenza specialistica e, in tal caso, quale.

Nel frattempo saluti :)

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa