Utente
Salve. Ho eseguito delle analisi del sangue per controllo annuale a seguito asssunzione del principio attivo di Levetiracetam. Le analisi le ha visionate il medico di base e non ha dato molta importanza al valore alterato del TSH - Tiroide, dicendomi che fra sei mesi avrebbe effettuato di nuovo un controllo senza attribuirgli molta importanza.
In settimana ho fatto il controllo neurologico e il dottore guardando le stesse analisi mi avrebbe consigliato una visita endocrinologa, perchè secondo lui quei valori potevano destare un po' di preoccupazione.
I valori sono i seguenti:
TSH: 5.55
FT3 : 2,98
FT4: 0,82.
Che ne pensate?
Conduco una vita normale accuso magari un po' di stanchezza a fine giornata e ad oggi non avverto altri sintomi.
Anche in passato avevo avuto un alterazione del valore, feci un 'ecografia ma tutto era regolare
Mi devo preoccupare o posso tranquillamente eseguire un controllo fra sei mesi?
grazie per la vs. collaborazione

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ma ha fatto un'ecografia della tiroide?
I valori rappresentati pongono il sospetto di ipotiroidismo.

Sono d'accordo con il neurologo,
le consiglio una visita endocrinologica.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Salve e grazie per la risposta
L'ecografia l'ho eseguita nel 2007, a seguito di un'altra alterazione del TSH, ma risultò tutto regolare
Sempre in quell'anno mi prescrissero anche questi analisi:
ANTI TIREOGLOBULINA e Anti Perossidasi Tiroidea entrambi risultarono negative.
Prima di recarmi da un endocrinologo, a Vs. avviso dovrei ripetere le analisi e quali e o effettuare un'altra ecografia?
Grazie per la collaborazione

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Dopo 5 anni, una nuova rivalutazione ecografica sarebbe utile.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it