Amaro in bocca, smettere antibiotico?

Tempo fa mi ammalai di tonsillite purulenta, andai da una guardia medica che mi diede un antibiotico sbagliato.
Avevo tonsille gonfie e piene di pus, faticavo a parlare, e avevo la lingua marrone e con quell'antibiotico non riuscii a guarire così il mio dottore dopo 5/6 giorni me ne prescrisse un altro che mi porto alla guarigione ma ebbi un problema, la mia bocca era sempre amara e constatai che fosse effetto dall'eccessiva assunzione di antibiotici, in dedussi che mi fossi intossicato dato che mi venne un singhiozzo che mi durò per circa due giorni e dovetti sconfiggerlo bevendo litri e litri d'acqua.
Il mio problema è che questa tonsillite mi è rivenuta, in forma molto meno aggressiva, lunedì ho iniziato l'antibiotico la "claritromicina" (Macladin 500mg).
Ieri sono andato dal medico e mi ha accertato che avessi ancora del pus.
Ora mi è quasi tutto sparito, la tonsilla si è quasi del tutto sgonfiata e il dolore quasi del tutto svanito, ma non saprei per quanto continuare a prendere questo antibiotico, oggi è giovedì e mia madre dice di continuarlo fino a lunedì, penso però che sia troppo perché già dal terzo giorno di assunzione ha manifestato quel orrendo amaro in bocca e ho il timore di andare incontro ad un'altra probabile intossicazione e di avere un singhiozzo che perdura.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,1k 2,1k 87
Non andrà incontro ad ... intossicazione, ma per la durata della terapia con l'antibiotico deve far riferimento al suo medico. L'amaro in bocca è legato probabilmente all'antibiotico, ma si tratta di un problema transitorio.

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa