Valori di alt (alanina transferasi) elevati

Buon pomeriggio,
sono una ragazza di 28 anni, donatrice abituale di sangue.
Durante l'ultimo e periodico prelievo di sangue, hanno rifiutato la donazione perchè il valore della alanina transferasi è stato considerato troppo alto: 85 u/l (su un valore massimo indicato di 30).
Nel mio ultimo prelievo (novembre 2004) il valore era 25 u/l.

Non ho altri sintomi e purtroppo il mio medico di base è molto negligente in questo: dal 6 di agosto è praticamente impossibile "avere udienza".
Premesso che ho deciso di cambiarlo, volevo anche chiedere: ma è possibile che non ci sia un modo per "denunciare" un medico di base che è assente negli orari di visita, che va in vacanza e non lascia detto quando tornerà e che lascia che un proprio paziente per più di un mese non sappia perchè ha dei valori alterati?
Non considerando, che questo mi impedisce anche di donare il sangue!!!

Vi sarei grata se poteste rispondere ad entrambe le mie richieste, grazie mille
Giovanna
[#1]
dopo
Utente
Utente
Caro Professor Vitali,

La ringrazio di cuore per la Sua risposta, molto affine tra l'altro al mio modo di pensare e vivere la responsabilità di ciascuno di noi.
Mi sono già mossa perchè la negligenza del mio medico non passi impunita!

Quali altri esami mi consiglia di effettuare per accertare la natura del valore elevato?
Potrebbe dipendere anche da una forma di intolleranza alimentare che pare si stia manifestando in questi ultimi giorni?

Grazie ancora, Giovanna
[#2]
Dr. Mauro Granata Reumatologo, Medico internista 2,2k 89
L’aumento delle aminotransferasi (AST e ALT) deriva da infiammazione o necrosi epatocellulare. La ALT è più specifica per il fegato di quanto lo sia la AST ma un valore doppio della AST rispetto a quello della ALT è tipico del danno epatico da alcol. Al contrario il livello della ALT è maggiore di quello della AST nella steatosi epatica non alcolica prima dello sviluppo della cirrosi. Interessante sottolineare come il valore della ALT correli con l’indice di massa corporea (body mass index) e come talvolta un aumento isolato della ALT possa essere l’unico indizio per la diagnosi di celiachia. Penso perciò che la cosa giusta da fare sia quella di farsi visitare da un epatologo. Granata Mauro

Mauro Granata

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa