Mal di testa post interventi chirurgici

Salve,
sono una ragazza di 21 anni. da dicembre 2006 fino a marzo 2008 ho subito 7 interventi chirurgici (quasi tutti con anestesia totale)tra cui emorroidectomia e successivamente tutte operazioni di ascesso e fistola perianale che i dottori non riuscivano a risolvere. finalmente nel mese di marzo come ho detto, ho subito l'intervento risolutivo che mi ha condotto alla guarigione (almeno spero!). tutto questo calvario è durato quasi 2 anni e potete immaginarvi che non sono stati anni facili. il mio problema adesso è questo: sono 2 mesi (coincidenti più o meno al periodo in cui mi hanno detto che finalmente stavo guarendo) che ho un mal di testa continuo; inizia al risveglio interessando solo un lato della testa in maniera pulsante e successivamente si irradia alla fronte e al resto della testa, colpendo anche gli occhi, facendomi venire un forte senso di nausea. è costante e nessun analgesico ha alcun effetto.Il mio medico curante mi ha segnato del magnesio da prendere, io ne ho gia assunto 3 confezioni e la situazione non è cambiata. tenete conto che in questi 2 anni ho perso quasi 10 chili e che tuttora vivo nel terrore che mi possa tornare qualcosa e che debba nuovamente essere operata. cosa mi consigliate di fare? devo preoccuparmi, o c'è la possibilità che questo mal di testa sia dovuto al fatto che sto riprendendo la mia vita normale(dato che per quasi 2 anni sono stata segregata in casa) a cui il mio fisico non è più abituato e al fatto che comunque continuo a vivere in una situazione di ansia perenne, o ancora che mi sia venuto perchè mi sento un pò meglio e il mio corpo si sta rilassando? Vi prego di rispondermi e Vi ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti
[#1]
Dr. Agnesina Pozzi Pediatra, Perfezionato in medicine non convenzionali 2,5k 74 11
Gentile Signora,
intanto, tutta la mia vicinanza per le sofferenza che ha affrontato e l'augurio per averle risolte. Non credo si debbe preoccupare, anche se capirà i limiti di un consulto in internet, specialmente se il suo curante ha controllato lo stato generale, la pressione, se il fegato funziona bene. Il "mal di testa" che l'affligge che non possiamo neppure definire emicrania, perchè è vero che comincia da un lato ma poi si estende) può certamente essere legato all'ansia, ma anche alla colonna cervicale (7 interventi in totale, con l'iperestensione del capo sul collo, possono aver influito) e non in ultimo specialmente per le caratteristiche che lei narra (pulsante e al di sopra degli occhi, costante, insensibile agli analgesici e magari che si aggrava piegandosi nel prendere qualcosa a terra, che insorge da un lato magari proprio dal lato su cui normalmente riposa la notte) potrebbe far pensare ad una sinusite. In questo caso nessun analgesico ha effeto, ma qualche giovamento si ottiene assumendo mucolitici e facendo cicli di aerosol abbastanzanza caldi con fisiologica, oppure attraverso un apparecchio che manda aria umidificata a temperatura costante, per due cicli, associando alcune sedute di laser-puntale solo sui alcuni punti della fronte (che di solito son quelli dolenti)

Poi ci sono anche rimedi omeopatici in quantità, a seconda delle caratteristiche di questo mal di testa. Mi faccia sapere se ha dolore premendo subito al di sopra delle sopracciglia, tanto al centro che dalla parte in cui iniziano; se peggiora piegandosi, se anche la luce, il solo parlare e i rumori danno fastidio. I rimedi omeopatici possibili, sono del tutto innocui; fatte salve le premesse diagnostiche cliniche di cui sopra. Mi faccia sapere anche se iniziano a destra o a sinistra.

Le chiedo anche un piacere personale, se può; mi può dire quali erano i suoi sintomi iniziali (prima che si formasse l'ascesso) della fistola perianale? Dico all'inizio, proprio all'inizio, con che sintomo e segnale ha esordito la fistola tanto da spingerla a visitarsi ed avere una diagnosi? I sintomi dal punto di vista clinico un medico li conosce, ma vorrei sapere per quanto riguarda lei personalmente, il suo singolo caso, com'è andata.

La saluto cordialmente e contestualmente la ringrazio
Agnesina Pozzi

La ringrazio anch'io e sono in attesa della sua risposta per suggerirle un rimedio.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa