Dolore coccige

Buongiorno

Da qualche giorno ho forti dolori durante la notte alla gamba destra e al centro della schiena, poco sopra l'osso sacro. Ho notato che si sono ingrossati dei linfonodi sull'inguine anche se il mio medico dice che è legato a una probabile infiammazione.
Voglio fare una premessa, ho 25 anni, e negli ultimi mesi ho avuto diversi problemi, se così si possono chiamare.
Sintetizzando, ho avuto forti attacchi di "fame d'aria", mal di testa, gonfiore allo stomaco, nausea, dolori al petto molto forti per cui mi è stato fatto un ricovero, risultato tutto negativo.
A giugno ho fatto gli esami del sangue, valori tutti nella norma a parte colesterolo leggermente più alto e i due valori della grandezza dei globuli rossi anch'essi poco più alti.
Mi hanno ricoverato per forti dolori al petto, mal di testa e difficoltà a muovere il braccio sinistro e mi sono stati eseguiti 2 ECG, una tac alla testa e una radiografia toracica, tutto negativo.
Lunedì durante l'ennesimo esame, una laringoscopia, mi è stato trovato del reflusso gastrico e martedì prossimo ho la gastroscopia.

So che c'entra poco con il problema iniziale ma credevo di aver trovato la risposta ai miei problemi e ora salta fuori questo forte dolore alla parte bassa della schiena, come se ci fosse un macigno che mi impedisce di dormire.
Inoltre sento la zona destra dell'intestino parecchio gonfia.
Stanotte sono andato in pronto soccorso e il medico mi ha liquidato in 2 minuti dandomi muscoril e un altro antidolorifico senza nemmeno visitarmi. Mi ha detto, hai 25 anni, cosa vuoi avere?!
È un periodo che ho questa forte paura di essere ammalato, ho perso 4 kg nelle ultime due settimane. Non so più che fare.
Guardando, stupidamente, su internet ho letto che il dolore così forte in quella zona della schiena può essere collegato a gravi patologie e sono subito andato in ansia.
Il consiglio era di eseguire una colonscopia.

Chiedo un consiglio a voi esperti, cosa dovrei fare?
L'ultima cosa che voglio annotare è che da quando è partito il tutto ho un dolore simile a un ago quando si fa pressione sulla (credo), quinta vertebra.

Ringrazio anticipatamente per la risposta.

[#1]
Dr. Igino Intermite Urologo 133 2 1
Gentile utente
Giudicando dalla facilità con la quale si rivolge al pronto soccorso, mi viene da pensare che ci sia una importante componente ansiogena che possa giustificare gran parte della sintomatologia da lei denunciata. A scopo terapeutico le consiglio di impegnarsi in qualsiasi cosa le possa riempire la giornata, e non ho alcuna intenzione a sminuire il suo problema che ritengo le renda la vita difficile.
Cordiali saluti

Dr. igino intermite

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dr.
Grazie per la risposta.
Si, sicuramente ho un carico ansiogeno non indifferente, quando le ho scritto avevo passato una settimana solo in casa chiuso in un muro di paranoie.
Ora grazie alla mia famiglia, tornata da poco, sto riuscendo a mangiare e stare un po' meglio.
Sono un ragazzo solitamente attivo, agonista nello sport, l'università va bene, non dovrei potermi lamentare. Riesco a tornare a questo pensiero quando, mi sale un po' di febbriciattola, 37,2, ritornano forti dolori alla pancia e le mie feci assumono colori che vanno dal giallo canarino al verde intenso.
Io non ho febbre da almeno 10 anni. Mi preoccupo per nulla?
Se avessi mangiato qualcosa che colora le feci per quanto ne rimarrebbe la presenza?
La ringrazio di nuovo.
[#3]
Dr. Igino Intermite Urologo 133 2 1
Non credo di essere lo specialista che faccia al suo caso, ma le consiglio di valutare la possibilità di fare un colloquio con un analista, perché mi sembra di capire Lei che abbia una propensione per l'ipocondria.
Cordiali saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
Domani ho la gastroscopia, poi valuterò un aiuto terapeutico.
Vorrei solo capire se le ultime cose che le ho scritto possono essere collegate all'intestino.
Lo so, sono abbastanza spaventato da queste cose, vorrei solo potermi calmare.
Mi hanno fatto una radiografia all'intestino poco tempo addietro. È sufficiente come valutazione?
Se no perché mi é stata fatta?
Vedendo come vado in bagno, il peso che non vuole aumentare, una leggera febbre, sono preoccupato...
È uno sbaglio?
[#5]
Dr. Igino Intermite Urologo 133 2 1
Ripeto, non sono io lo specialista nel settore, ma mi sembra davvero strano come un collega stia avvallando le sue preoccupazioni sottoponendola ad esami invasivi.
Risolva prima il suo stato ansioso
[#6]
dopo
Utente
Utente
Mi scuso se le sto facendo perdere tempo, so che non la convincerò mai ma provi un secondo a staccarsi dalla mia ansia..
Io sono in ansia perché non mi sento bene. So che gli esami del sangue sono perfetti ma vorrei accertarmi di non avere nulla all'intestino. La febbre sta salendo, le mie feci sono verdi, (soffro di reflusso gastrico, può centrare?) e ho i linfonodi sull'inguine ingrossati.
Mi scuso già per la mia insistenza.
Spero nella sua risposta
[#7]
Dr. Igino Intermite Urologo 133 2 1
Come premesso io non metto in dubbio il fatto che lei si senta male, i dati che lei riporta sono scollegati tra loro ed inoltre le confesso che la valutazione di una linfoadenopatia inguinale è una cosa impegnativa da valutare anche per un clinico, lei ne parla con una tale sicurezza che francamente mi sorprende. A questo punto al posto suo preferirei farmi controllare dal mio medico di base che dovrebbe essere nelle condizioni di farle un esame obiettivo ed una anamnesi precisa, e solo dopo questi due passaggi decidere se inviarla dallo specialista, possibilmente non basandosi sui suoi timori ma sui dati obiettivi riscontrati (dal medico).
Spero di essere stato più chiaro e le auguro di risolvere quanto prima il suo problema.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa