Info su paracetamolo

Salve Dottore,

volevo chiedere una cosa in merito al paracetamolo. Io ho un dolore al ginocchio destro, l'ortopedico mi ha prescritto dei fans che hanno ridotto un pò l'infiammazione, ma ho visto che solo con il paracetamolo il dolore si è ridotto abbastanza. Io uso l'acetamol che è davvero economico rispetto ai farmaci griffati.

Sul foglio illustrativo c'è scritto che non si possono superare i 3g di farmaco al giorno e inoltre di non superare i tre giorni consecutivi senza consultare il medico. Ora il mio medico di famiglia rientra tra qualche giorno e volevo avere un Suo parere nel frattempo: una cura con paracetamolo nel caso di dolori per quanti giorni massimo potrebbe essere protratta? Si può usare anche per una settimana di fila o è meglio fare 3-4 giorni, fermarsi un pò e poi ricominciare?

Perchè sò che il paracetamolo è sì un principio attivo abbastanza un pò meno aggressivo rispetto ai fans per esempio, ma a lungo andare è pericoloso.

Un altra cosa: e associando un farmaco che contiene insieme paracetamolo e fans qual'è la differenza? E' migliore rispetto al solo paracetamolo oppure no? Per esempio il moment andrebbe anche bene?


Cordiali Saluti
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,1k 2,1k 87
Il paraceramolo è un farmaco non gastrolesivo (come lo sono i FANS) ma è sempre bene non eccedere e preferire una terapia non continuativa.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Attivo dal 2011 al 2016
Ex utente
Salve,

quindi meglio assumere per il dolore il paracetamolo che è meno aggressivo dei fans e come fans meglio prendere creme o cerotti, è così?

E il paracetamolo ha gli stessi effetti analgesici anche se preso solo al bisogno oppure per ridurre il dolore al minimo è meglio fare una terapia continuativa, ovviamente di pochi giorni?

Grazie Mille
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,1k 2,1k 87

1) Certamente

2) Se è sufficiente una sola dose bene, altrimenti terapia continuativa per pochi giorni.


Prego.



[#4]
dopo
Attivo dal 2011 al 2016
Ex utente
Salve,

La ringrazio molto per la risposta esaustiva.

Appena rientrerà il mio medico di famiglia mi consulterò con Lui sul da farsi.

Con questo, La Saluto e Le auguro Buone Ferie.
[#5]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,1k 2,1k 87
Buone ferie anche a lei...


[#6]
dopo
Attivo dal 2011 al 2016
Ex utente
Salve,

il mio medico di famiglia è rientrato prima del previsto, così stamattina sono andato e mi ha prescritto delle compresse a base di dexibuprofene per 2 volte al giorno per 10 giorni senza alcun protettore della mucosa gastrica perchè in base alla mia storia clinica mi ha detto che non c'è ne bisogno, ma mi ha suggerito oltre ad assumere la compressa appena finito di mangiare anche di bere abbondantemente, cosa che già faccio.

-Oltre ai farmaci protrettici della mucosa, ci sono altre cose che si possono prendere per proteggere quanto più possibile lo stomaco?
-E dopo quanto tempo dall'inizio della terapia si manifestano i primi sintomi di una gastrolesività se questo purtroppo accade?

La Ringrazio Mille e Le auguro di nuovo Buone Ferie.
[#7]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,1k 2,1k 87
E' difficile dire se e quando si possono verificare eventuali effetti di gastrolesività. Qualora dovessero comparire sentirà una sintomatologia dolorosa gastrica. Eventualmente potrebbe assumere qualche antiacido.


saluti

[#8]
dopo
Attivo dal 2011 al 2016
Ex utente
Salve,

mi scusi ma per "eventualmente potrebbe assumere qualche antiacido", lei intende prenderlo prima di avere qualche sintomatologia o dopo? E in caso di antiacido quante compresse dovrei assumere? Vanno bene un paio uno al mattino ed uno alla sera giusto per sicurezza? Perchè io ho fatto una cura con arcoxia per 15 gg. e non ho avuto problemi.

E se compro un inibitore della pompa protonica come ad esempio delle compresse a base di pantoprazolo senza obbligo di ricetta è ancora meglio oppure non c'è differenza? Grazie
[#9]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,1k 2,1k 87
Sono prodotti diversi. L'antiacido neutralizza l'acidità dello stomaco ( ed ha un effetto momentaneo) mentre l'antisecretivo (pantoprazolo) riduce la secrezione gastrica e viene utilizzato a cicli per la terapia.

[#10]
dopo
Attivo dal 2011 al 2016
Ex utente
Ho capito la differenza tra i due tipi di farmaci.

Nel frattempo vedrò se avrò qualcosa a livello gastrico che spero ovviamente non avvenga. In quel caso mi consulterò con il mio medico e mi farò prescrivere qualche inibitore di pompa.

Grazie Mille

Cordiali Saluti
[#11]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,1k 2,1k 87
Di nulla ed auguroni.


[#12]
dopo
Attivo dal 2011 al 2016
Ex utente
Mi scuso seLa disturbo ancora.

Volevo chiedere in una terapia con fans dopo quanti giorni dall'inizio della terapia il dolore inizia a placarsi e quindi la terapia inizia a fare il suo effetto?

Perchè ho fatto un paio di mesi fa una terapia con arcoxia per 15 gg., ma non ho risolto niente. Quest'altro principio attivo è più efficace dell'eterocoxib?

La Ringrazio
[#13]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,1k 2,1k 87
Non ė possibile dare una risposta in termini di tempo di efficacia.


Saluti

[#14]
dopo
Attivo dal 2011 al 2016
Ex utente
Salve,

insomma dipende da persona a persona, vero?

Ritornando al fatto della gastrolesività dei fans, in caso cui questo accadesse, quale procedura viene eseguita?

Cordiali Saluti

[#15]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,1k 2,1k 87
Non c'è necessità di procedura a meno che non si verifica una complicanza, il sanguinamento gastrico (feci scure, melaniche). In tal caso si interviene con la gastroscopia.

[#16]
dopo
Attivo dal 2011 al 2016
Ex utente
Adesso mi è tutto chiaro. Un ultima cosa:

se le feci sono un pò più scure del normale solo per una volta non c'è da preoccuparsi, perchè può dipendere anche dall'alimentazione, vero?

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa