x

x

Accelerazione cardiaca durante inspirazione

Hai bisogno di un Kit di Pronto Soccorso? 👉Scopri come comporlo senza fare errori!

Salve a tutti.
Premetto di essere un tipo ansioso e alquanto ipocondriaco con una folle fobia dell'arresto cardiaco.
Fumo 8 sigarette al giorno, ho 19 anni, non bevo nessun tipo di alcolico, diabetico di tipo 1 da 4 anni com costante emoglobina glucosilata, monitorata mediante esami trimestrali, a 5.9 -6.0.
Pressione 110-70 e battito cardiaco a riposo di 60-65 bpm.
Il dubbio su cui vorrei ricevere delucidazioni riguarda un fatto in cui non ci vedo molto chiaro.
A volte, non sempre, per intenderci durante la giornata quando mi muovo, cammino sono in movimento ecc.., andando a monitorarmi il polso, per via della mia ipocondria, denoto che durante la fase INSPIRATORIA, il battito tende ad aumentare e ad essere piu veloce. Durante poi l'espirazione torna normale, Si può considerare aritmia? È una cosa pericolosa? A cosa può essere dovuta?
Tutto questo non succede, ad esempio, durante la tarda serata quando sono sdraiato nel letto iper rilasaato. In questo caso infatti pur inspirando, il battito si mantiene regolare con frequenza su 60i 65 bpm.
Attendendo chiarimenti, vi saluto e vi ringrazio anticipatamente.
[#1]
Dr. Stelio Alvino Anestesista 2.3k 114 20
Buonasera Giovanni, spero che questa risposta serva un po a tranquillizzarla. Si tratta di un riflesso assolutamente normale . A parte che durante qualunque attività fisica è assolutamente prevedibile che la frequenza del nostro cuore (FC), così come la pressione arteriosa, vari continuamente per fisiologici meccanismi di adattamento, ciò comporta una aumentata richiesta di ossigeno ai tessuti che da qualche parte il nostro organismo deve prendere e lo fa aumentando l'afflusso di sangue al tessuto muscolare: questo comporta una variazione (aumento) della FC. Ovviamente queste modificazioni del ritmo che non sono "aritmie" non vengono soggettivamente percepite come fastidiose ma valutate solo se facciamo una osservazione precisa del nostro battito cardiaco.
Poi però esistono anche variazioni della FC anche durante gli atti respiratori, soprattutto nel giovane. E' conosciuto come riflesso di Bainbridge (aumento della FC durante l'inspirio) per una motivazione emodinamica ben precisa che per obbligo di brevità non spiego. E al contrario durante l'espirazione la FC tende a rallentare.
Stiamo parlando di meccanismi assolutamente normali, lo ripeto, non considerabili aritmie, tipiche della giovane età come la sua e che non devono destare alcuna preoccupazione. Spero di aver placato per qualche minuto la sua ipocondria...^__^
Cordiali saluti

La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto