Utente 140XXX
Buongiorno,
ho 40 anni, non ho patologie, sto attento all'alimentazione, non bevo, faccio sport.
Circa 25 giorni fa ho iniziato a sentirmi influenzato. Mi è salita la febbre a 38,5, mal di gola, tosse secca, dolore al tatto in basso ai lati del collo (soprattutto il lato destro) sensazione di fastidio alle mandibole.
Da allora, pur essendosi attenuati i sintomi della febbre ed essendo spariti quasi del tutto i dolori alla gola e al collo, non sono mai guarito del tutto.
Da circa una settimana la febbre è scomparsa durante il giorno, ma sale fino a 37,6 dalle 19:00 fino alle 04:00 e ho sempre il battito accelerato, sui 105 bpm (essendo sportivo di solito ho tra i 65 e i 75 a riposo).
Sono stato più volte dal mio medico curante che mi ha prescritto Tachipirina e Brufen e poi mi ha fatto fare in tutto tre cicli di antibiotici (amoxicillina e cefpodoxima).
Dato che ho perso circa sette chili, che la sera sto poco bene e che mi sale la febbre, dato che ho sempre il battito accelerato, mi consigliate di fare degli esami specifici e di rivolgermi a qualche specialista?
Grazie

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Diverse possono essere le cause della sintomatologia descritta e, purtroppo, a distanza, non potendo fare una accurata anamnesi ed un esame clinico non posso esserle molto di aiuto. Fra le possibili cause: mononucleosi, infiammazione dell'apparato respiratorio, etc. Penso che, nel suo caso, lo Specialista piu' idoneo sia un Internista.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 140XXX

La ringrazio Dottore per la sua rapidissima risposta.
Ho seguito la sua indicazione e mi sono recato da un internista.
Questo mi ha visitato, e per sicurezza (dato che il mio medico curante non aveva fatto praticamente niente) ha voluto farmi fare degli accertamenti al pronto soccorso.
Mi ha fatto eseguire un ECG, esami del sangue e radiografie al torace.
Da questi esami non è emerso nulla, tranne un battito un po' accelerato (93 bpm).
La dottoressa, visti gli esiti del pronto soccorso mi ha detto di tranquillizzarmi (sono un soggetto molto, molto ansioso) e di rivederci tra un mese.
M i ha comunque prescritto del Ciproxin che ho finito oggi.
Sono passati 4 giorni da allora ed oggi sto meglio. Non ho più febbre e anche se non mi sento ancora al massimo della forma, mi sento più forte.
Attualmente l'unica cosa non è ancora tornata totalmente a posto è il mio battito cardiaco che infatti è sempre un po' alto.
Stamattina da steso era sui 75/77, mentre da seduto sugli 80/85. In piedi invece tra i 100 e i 110.
Può essere che tra qualche giorno, sentendomi più forte il mio battito scenda? Oppure mi conviene fare subito altri accertamenti specialistici?
Grazie.



[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono contento che stia meglio. Attendiamo questa settimana per vedere se i battiti si regolarizzano, altrimenti sarà meglio consultare un Cardiologo. Cerchi comunque di tranquillizzarsi. Mi faccia sapere.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori