Attivo dal 2013 al 2018
Salve gentili dottori,
da circa due anni soffro di strane fitte che si presentano a periodi ed innescano una serie di sintomi che vado a descrivere.
Si tratta di fitte localizzate nella parte destra della testa, più precisamente nella zona che va dall'attaccatura della Mandibola sotto all'orecchio fin sopra la tempia destra.
Come detto queste fitte si presentano in periodi alterni, sono come dei forti crampi improvvisi e di veloce durata ma piuttosto dolorosi, la scossa la avverto partire quando compio determinati movimenti (soprattutto muovendo il capo in vanti o il braccio destro verso l'alto) parte da dentro il cranio poco sopra il punto dove può ipoteticamente terminare una stanghetta degli occhiali e si irradia sopra l'orecchio destro camminando fino alla tempia e arrivando nella zona fin dietro l'occhio e sulla fronte. Come detto si tratta di scosse improvvise e di breve durata.
Il mio medico mi ha parlato di situazioni dovute all'ansia (di cui soffro) e mi ha consigliato di prendere occasionalemnte il paracetamolo, devo dire che quando lo assumo ho notato un parziale miglioramento, tuttavia la parte destra della testa interessata da queste fitte resta indolenzita e mi lascia comunque sensazioni strane durante tutto il giorno, con molti formicolii e parestesie nella zona dello zigomo e dietro l'orecchio.
Questa situazione mi sta davvero rovinando la tranquillità, il medico dice che non c'è bisogno di una TAC e che si tratta appunto di sintomatologie legate all'ansia e ai problemi cervicali, anche perchè vi sono periodi nei quali queste fitte spariscono assieme al resto, ma io sono preoccupato. Cosa ne pensate? Sarebbe opportuno eseguire una TAC e potrebbero essere sintomi legati alla Masticazione o al Bruxismo? Oppure potrebbe trattarsi di una questione neurologica come ad esempio l'infiammazione del nervo trigemino? Grazie.

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Signora,
non mi pare che si possa sempre risolvere attribuendo tutto all'ansia.
L'ansia può amplificare il dolore ma non determinarlo.
E' bene che lei si faccia vedere da un Fisiatra prima di fare qualunque esame, che eventualmente il Fisiatra stesso le consiglierà, perchè i suoi dolori trafittivi sembrano derivanti da una sofferenza di un nervo.
In alternativa al fisiatra può consultare un bravo neurologo.
Mettersi a parlare adesso di Trigemino, cervicale, gnatologi, bite e dispositivi vari e più o meno utili, è prematuro ed inutile. Specie per via telematica.
Sicuramente non sono sintomi di un tumore cerebrale.
Faccia sapere se vuole.

Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola