scompenso cardiaco a 25 anni?

buon giorno genti dottori spero possiate chiarirmi il prima possibile questo dubbio, non ce la faccio più
ho 25 anni siccome è un anno che tribolo con numero extrasistoli ventricolari accertate con holter plurigiornaliero e frequenza cardiaca instabile tra bradi e tachicardia, ma comunqe in ritmo sinusale refertato dal cardiologo cm normale e libero da terapia.
sintomi simil anginosi con bruciore /calore al petto sinistro mai senso di peso o oppressione ma forte bruciore che si presenta ache a riposo in maniera del tutto imprevedibile ultimamente ho anche molti attacchi dispnea che si accentuano sotto sforzo insieme a profonda stanchezza e vertigini.
Ho eseguito ben 4 ecocardio in questo anno e mostrano una valori strutturali e cinesi segmentaria normale, ma non so come sia possibile una FE % sempre ingravescente 70%-66%-64%-%55. come è possibile tutto questo?
valori ematici
INR 1.02 2.0 3.5 x teraia anticoagulante nelle pesone sale l valore come il mio è normale?
PTT 38 sec 26-36
TROPONINA T 0.01 0.0- 0.04
BNP minore di 10 sotto 50 anni minore 236
FIBROGENO 297 200-400
D DIMERO 8 0-200
ora io mi sento come se stessi vivendo con uno scompenso cardiaco o un insufficenza o un angina instabile è il valore FE sembra darmi rgione ma come possibile essere malati di cuore a 25 anni? con un bnp cosi basso poi? come dare una spiegazione logica aa tutto questo??
grazie per la risposta vi prego è urgente!
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Appunto lei si sente si sente "come se avesse" uno scompenso Cardiaco.
Ma non ha nessuno scompenso cardiaco!
Il suo medico di riferimento non è il cardiologo ma chi si occupa di Fobie e di ansia, ciè quello da cui è affetto lei.
La sua EF è, come tutte le EF, un valore che varia a seguito delle sue condizioni emotive, della modalità di calcolo, della finestra ecografica: 55% non è espressione di scompenso cardiaco. 70% è espressione di ipercinesia delle pareti del ventricolo sn. Doveva essere molto ansioso quel giorno.
Le sconsiglio di continuare a fare un Ecocardio ogni 10 gg e di rivolgersi ad uno psichiatra che potrà curare efficacemente il suo disturbo con farmaci sicuri e maneggevoli e di rapida efficacia restituendole una qualità di vita che è divenuta molto scadente.
Parli con il Curante e dia notizie se vuole.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2]
dopo
Utente
Utente
buon giorno dottor Caldarola, complimenti ha fatto uno screeeng del mio carattere leggendo poche righe.
si è vero sono un soggetto ansioso e ipocondriaco.
Ho per capire fino a che punto è ansia e fin dove non lo è da 5 anni soffo di ernia iatale non lo citata nel precendente post inizialmente diagnosticata come da scivolameto di ben 3 cm che mi porta reflusso cronico. quando le ho scritto ieri arrivavo dal pronto, dove mi avevano appena eseguito un eco cardio ISPETTIVA, quando il medico di turno ha visto mi ha detto che la mia frazione di eiazione era appunto al 55% e che su vedeva appena una massa a livello mediastinico che premeva appena apnea sul cuore e mi ha detto che era l'ernia che però non era grave e che aveva visto di peggio mi ha consigliato di prendere plasil prima dei pasti per vedere se la sintomatolologia regrediva.
io mi sono spaventato perchè avevo fatto cm già detto l'ultimo ecocardio ad agosto e avevo una fe del 63% e siccome sabato ho fatto una partita di tennis di un ora sola, come cerco di fare tutti sabati per combattere l'ansia , dopo nemmeno mezzora di gioco ero sfinito, mi sentivo svenire ansimavo mi ed ero debolissimo. da dopo la partita come la precendente volta ho avuto dispnea fino al giorno dopo vado in pronto e mi dicono che ho 55% di fe se gia detto in soggetto ansioso.....quindi stringendo.la situazione è questa scarsa tollerabilità allo sforzo mi stanco subito e mi sento svenire crisi vegetative durante la giornata sbalzi frequenza e di pressione extrasistoli continue e lipotimia e bruciori/calore improvvisi alla scapola sinistra e al petto sinistro in alto e sotto l'ascella se tutto è solo ansia allora la curerò con i farmaci. gli esami ematici sono recenti e vanno bene l'unica cosa che sembra non andare almeno per me è che sembra che il cuore si stia indebolendo. ma non vi sarebbe nesso. nn so cosa fare grazie
[#3]
dopo
Utente
Utente
ribadisco sempre questi strani bruciori nella sede toracica sinistra in alto che si irradia sotto l'ascella e braccio sinistro e dietro la schiena tra la scapola sinistra e la colonna molto intermittente e incostante come se dentro mi ustionassero e mi da una grande sensazione di calore bruciante, non dolore oppressivo, in più facile affaticabilita e dispnea con vertigini praticamente tutto questo capita tutti i giorni mi rendo conto che inquadrare il mio caso a distanza non è facile ho eseguito davvero molti esami dagli ematici normali generali anche eco ecg ...holter plurigiornaliero....negativi... tranne lastra del toraceche nn ho fatto. xo secondo a vostra esperienza può essere solo ansia? ne ne cure ne polmoni non bruciano? grazie a chi vorrà rispondermi il prima possibile
[#4]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Guardi,
la sua situazione a distanza non è gestibile.
In tutta franchezza le consiglio di rivolgersi ad un Cardiologo competente e che sappia fare il Cardiologo per una accurata ecocardiografia color doppler che non sia ISPETTIVA (?) e farsi valutare spessori parietali, cinesi segmentaria, diametri camerali, continenza valvolare e PAPs se possibile.
Le consiglio altresì di curare la sua MRGE da ernia iatale in modo serio, assumendo sempre i farmaci che le sono stati dati, evitando gli alimenti sconsigliati in questa patologia, perchè è verosimile che il bruciore che avverte provenga da là.
Infine faccia delle indagini ematochimiche di routine, in particolare un emocromo e una sideremia - ferritina, perchè potrebbe essere affetto da anemia ferropriva che le provoca astenia.
Ne parli con il curante e faccia sapere se vuole.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
[#5]
dopo
Utente
Utente
grazie mille ematici emocromo valori generali vanno bene. visite cardiologiche credo di averne fatte a iosa, l'ultima risale ad agosto con ecocardiodoppler fe 635 spessore cinesi tutto ok in più sempre ad agosto ho eseguito holter plurigiornaliero, può l'ernia iatale fissa ( magari peggiorato)che rimane intrappolata nel mediastino creare tutti questi problemi vegetativi? non un medico ne avro visti almeno una ventina imputa il mio bruciore ad angina per sede e tipo di dolore. tutti mi hanno detto che sono sano e che non ho nulla ma allora perchè continuo stare male? ne ho sentite di tutti i colori nodo ansioso neuropatia insomma un disastro il mio problema che continuo a stare male ma mi sono fatto vedere un sacco di volte tutto quello che ho fatto lo scritto il problema e che magari è un caso un po insolito, e chi mi visto i sembra viaggia compartimenti stagni ho eseguito di testa mio proprio valutare se vi fosse statato uno stress cardiaco o un danno di qualunque genere so che è un valore predittivo molto meglio delle troponine per angina o scompenso insufficenza quindi il cuore non pò essere mi servirebbdottor house:) comunque la ringrazio molto lostesso come dice lei può essere solo ansia.
[#6]
dopo
Utente
Utente
ho magari una brutta sindrome gastro cardiaca
[#7]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Prego di nulla.
Cordiali saluti.
Dr. Caldarola.
[#8]
dopo
Utente
Utente
buon gioro dottore volevo aggiornarla. i miei disturbi si alternano ad attacchi di dispnea e fortissimi bruciori al petto sinitro, ho contattato un chirurgo dell'addome per valutare l'operazione dell'ernia che è ormai diventata ingestibile martedì vedro cosa mi dice. intanto ogni volta che mi vengono questi attacchi!! di bruciore doloe urente si instaura in me la paura dell'angina instabile o variante. come ha letto tutti gli esami eseguiti in passato sono risultati negativi ho fatto anche recentemente dinuovo un ecocario dove la fe è risultata al 70% ma questi attacchi mi fanno stare male. e quando mi vengono almeno 4-5 volte a settimanana non mi lascinao vivere.
la domanda che voglio farle per tranquillizzarmi è questa
c'è un a linea guida per capire se si tratta di angina variante o instabile a differenza del refusso gastroesofageo orradiazioni dolorose da ernia.?
per esempio
viene l'attacco poi passa in un giorno e poi non torna più ?? oppure è possibile che si presentino piùà attacchi che vanno e vengono di continuo? puù l'angina manifestarsi cosi? uno deve essere in grado di distinguere grazie mille
[#9]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Signore,
i suoi dolori non sono per caratteristiche descritte di origine cardiologica!
E lasci stare l'angina variante o peggio ancora quella instabile perchè scrive parole senza senso.
Valuti con una gastroscopia se non abbia un reflusso gastro esofageo, se non l'ha fatta faccia una prova da sforzo al cicloergometro o al tapis roulant e poi vada da uno Psichiatra a farsi curare il suo evidente Disturbo da Ansia Generalizzata.
E la finisca di fare un ecocardiogramma alla settimana.
Con lo psichiatra spenderà di meno e risolverà più problemi.

Cordialità,
Dott. Caldarola.
[#10]
dopo
Utente
Utente
buon gioro dottore la aggiorno ho eseguito test da sforzo massimale su pedana mobile arrivando fino a 192 battiti al minuto, e la pressione minima un po alta a 90 apparte i numero artefatti e qualche mia asolita extrasistole ventricolare monomorfa, il test è risultatonegativo per angor e ischemia questo esclude i problemi sopra citati ? anche se in quel momento non siè verificato il solito briuciore calore da me lamentato? sisarebbe dovuto innescare in quel momento. il fatto e che mi perseguita sempre insime alla pressione instabile e alla frquenza e non so cosa fare. per farmelo passare. un chirurgo al quale mi sono rivolto per far operare la mia ernia iatale mi ha detto che per il reflusso e spasmi esofagei si può anche svenire a causa dei riflessi vagali.. cmq i ha aumetato le dosi adesso prendo 2 pantorc da 40 al giorno ma per il mio sntomo non vedo miglioramenti ancheperchè il è solo un bruciore toracico e dorsale ma non associato a bruciore di stomaco. che barba non so come affrontare questo problema non si trova la causa. grazie infinite
[#11]
dopo
Utente
Utente
e dimenticavo sono anche in cura come mi ha consigliato da uno pscichiatra che mi ta curandocon lexotan gocce al bisogno in parte aiutano per i sintomi ma il bruciore calore proprio non vuole andare via sono stufo di fare esami è pazzesco che non si capisca da dove arriva trovo che in presenza di extrasistole o bradicardia lo avverto di più

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa