Utente
Buongiorno, io la buona volontà per stare a dieta c'è rho ma poi mi viene fame e mangio, leggevo qui e li che cerano due sostanze che aiutavano:

la fendimetrazina

la sibutramina

scusate, quali di queste due è più sicura (con meno effetti collaterali gravi)?


grazie

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
In Italia sono state ritirate entrambe per uso dimagrante, perchè la bilancia pendeva molto verso i rischi e poco verso i benefici.
Il Reductil è fuori commercio dal 2014 e la fendimetrazina dal 2011!
Si faccia montagne di verdura lessa e mangi quella quando le viene fame: apporto calorico inconsistente e apporto di fibre, sali minerali e vitamine abbondante e salutare.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#2] dopo  
Utente
Buon pomeriggio Dottore e grazie per la pronta risposta.

Io provengo da 4 episodi terribili (per lo spavento) di fibrillazioni atriali idiopatiche

a parte questo, volevo un aiuto e mi ero focalizzato su questi due farmaci ovvero su un terzo che era efedrina... siccome avevo visto (su internet che efedrina ha causato morti improvvise) avevo optato

per la sibutramina (scartando la fendimetrazina perchè è una simil anfetamina) e credevo che tale sostanza sibutramina fosse relativamente meno pericolosa delle altre.

Unico mio dubbio che mi assale: fino a 10 anni fa frequentavo discoteche, e vedevo giovani che usavano tute le sere anfetamine, oltre a cocaina, esse sono in teoria molto più pericolose di questi farmaci seppur illegali eppure campavano e campano benissimo tutt'ora... tranne chi ha continuato...
non ho visto nessuno morto di infarto improvviso...
vabbè lasciamo stare.

un ultima domanda, il medico che mi può prescrivere una dieta corretta è il diabetologo, il dietologo, o il dietista, o il nutrizionista, mi scusi ma non so da chi dei 4 devo andare.

[#3]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Concordo con lei: lasciamo stare le morti in discoteca di giovani ragazzi. Il suo pensiero è antitetico al mio.
Ma ognuno la pensa come vuole. Per fortuna.

Una dieta va prescritta da un MEDICO DIETOLOGO, cioè una persona laureata in Medicina e Chirurgia, regolarmente iscritta all'albo e specializzata in SCIENZE DELL' ALIMENTAZIONE.
Che sia capace, onesta, esperta e aliena da interessi economici e diete innovative.
Le altre figure (biologo nutrizionista e quant'altro), vanno scartate.

Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola