Soffocamento notturno a 19 anni?

Salve, ho 19 anni e vivo con alcuni coinquilini... Questa notte mi è successo, evento che si è già presentato almeno una 30ina di volte nell'arco di 5 anni, di svegliarmi all'improvviso con una costrizione delle vie aeree che ha comportato l'impossibilità di immettere aria nei polmoni (durata 10 secondi) ed un successivo stridore in inspirazione che è poi andato affievolendosi fino a scomparire, lasciandomi però una fastidiosa sensazione. Escludo che si tratti di un'infezione proprio per la frequenza con cui si manifesta... Tempo fa ho fatto una visita allergologica dove sono risultata allergica alla polvere ed ai pollini, onestamente non mi sembra ve ne sia in camera mia. Dormo sempre con una siringa di adrenalina vicino al letto, complice un po' di ipocondria, da utilizzare in casi estremi. Spesso ho acidità di stomaco, non so perché ma ho la sensazione che possa esserci un nesso! Secondo voi cosa potrebbe essere? Sono davvero molto preoccupata
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Un reflusso gastro esofageo importante può determinare uno spasmo della glottide riflesso.
Quindi sarebbe bene che lei accertasse con una gastroscopia di non avere enia iatale e MRGE.
Eventualmente una visita OLR con fibrolaringoscopia, potrebbe essere effettuata prima della gastro per valutare se vi sia una laringite posteriore, pressocchè sempre dovuta al reflusso.
Stia attenta con l'Adrenalina: non è un farmaco da somministrare a "cuor leggero" dato che in soggetti predisposti può indurre aritmie ventricolari mortali.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Si, certamente. Difatti non ho alcuna intenzione di utilizzarla, solo in caso di soffocamento quando non vedo altra soluzione... Ma mi auguro di non trovarmi mai in una simile condizione. Farò gli accertamenti che mi ha suggerito. Nel caso si trattasse di quanto ha ipotizzato lei, si tratta di qualcosa di pericoloso per la vita? Potrei morire durante uno di questi episodi?
[#3]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
No assolutamente.
farebbe una terapia anti reflusso e non si ripresenterebbero più.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa