Utente

Salve, già so di aver sbagliato sezione ma non so a chi altro chiedere.

Mio padre fa uso di cocaina, io e mia sorella abbiamo varie prove visive (più volte l'abbiamo "beccato") e abbiamo trovato nel suo cassetto anche una fialetta molto piccola con dentro una polvere bianca e lui si è giustificato dicendo che fosse farina, si nel cassetto delle mutante... e una bic spezzata tutta zozza di polvere bianca.

Lui nega tutto anche con le prove. Si rifiuta di fare test, ogni volta che io e mia sorella apriamo il discorso lui si infervora e dice che non sa nemmeno che cosa sia la cocaina.. mia madre ci ha confermato che ne faceva uso anche quando noi eravamo molto piccole, e una volta mio zio l'ha visto mentre si picchiava con un tale sempre per la cocaina (sempre anni addietro).

Vorrei andare a parlare con il nostro medico di base, ma mi vergongo come un cane, sono sincera. Voi cosa mi consigliate di fare?

E possibile fare un test a sua insaputa?

Per me personalmente è una situazione molto pesante, e ingestibile ho solo 25 e non so come comportarmi.

Mi scuso ancora per la sezione sbagliata ma vorrei un consiglio prima di fare una cretinata

[#1]  
Attivo dal 2007 al 2020
Cara Signora,
suo padre è un cocainomane.
E' così chiaro, che senso ha fare il test?
Stia certa che con la biro non "tira" borotalco.
D'altro canto se con il medico curante vi è un rapporto consolidato, non ci deve essere nessuna vergogna nel parlare del problema.
Non è lei che si droga è suo padre.
Tenga anche conto che lei non può costringere suo padre a non assumere più la cocaina, perchè maggiorenne e non punibile se non la spaccia e non ne detiene un quantitativo superiore "all'uso personale"
Quindi sia lo Psichiatra, da cui non andrà mai, che il curante, sono disarmati.

Spero che non si renda conto della stupidaggine che sta facendo quando gli si necrotizzerà il setto nasale o gli verrà, nella migliore delle ipotesi, un ictus o un infarto miocardico.

Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta.
La mia paura più grande è proprio il fatto che non sa a cosa stia andando incontro anche perché è gravemente obeso..
Andrò dal nostro medico curante con cui ho un buon rapporto visto che mi conosce da quando ero molto piccola e magari con lui cercherò una soluzione.

Ancora grazie

[#3]  
Attivo dal 2007 al 2020
Di nulla!
Mi faccia sapere se vuole.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.