Utente 438XXX
Salve tutto è cominciato quasi due settimane fa.. Ho cominciato ad avere pressione alla testa e a sentire odore di sangue.. Era il giorno prima di un esame importante nella mia scuola privata.. Il giorno dopo sarei andato in ospedale ma li ho tralasciato di raccontare un dettaglio un imbarazzante che non ho voluto elencare(questi sintomi sono arrivati in seguito a una eiaculazione).. Comunque quella sera inizialmente ho lasciato perdere.. Mi sono detto che sarebbe passato.. Ma arrivati alle 4 di notte ancora non ero riuscito ad addormentarmi quindi decisi di dirlo a mia madre. Lei mi misuro' la pressione e avevo la pressione a 150 la massima, 100 la minima e i battiti a 50. Mi fa prendere 10 gocce di lexotan.. Così mi addormento.
L'indomanimattina mi sveglio veramente intantito e mentre sto urinando sento la vista annebbiata e senso di svenimento.. Dopo spaventato lo comunico ai miei.. Mi fanno sedere e con un po' di acqua e zucchero comincio a riprendermi.. Misuro la pressione e questa volta avevo la massima a 100, la minima a 50 e i battiti sempre a 50.
Ci dirigiamo poi in ospedale, faccio ECG e altri controlli di prassi e mi mandano a casa dicendo che ero solo troppo stressato e con un calmante più leggero del Lexotan (che smetto di prendere dopo pochi giorni perché mi dava effetti collaterali che non mi piacevano).. Ho passato quel fine settimana abbastanza bene.. Poi lunedì mi viene una forte gastroenterite che abbiamo fatto passare con una puntura di plasil (in due giorni mi è passata). Ora da quando sono guarito dalla gastroenterite è passata una settimana. Nei primi giorni avevo sempre quella sensazione di pressione alla testa con odore alterno di sangue.. Sono stato anche dal mio medico e mi ha prescritto un po' di riposo e uno psicologo. Io so benissimo di essermi sentito molto sotto pressione. Ma come è possibile che sono passate quasi due settimane e sento sempre la stessa sensazione.. Cioè giramenti di testa.. Odore di sangue alterno(oggi lo sento più concentrato).. Dimenticanze e quando sono in giro ho dei blocchi di pensiero che si manifestano anche con difficoltà a scrivere (come nel compilare documenti).. In più astenia alterna

[#1]  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
non ho ben compreso ma sua madre o suo padre sono medici?
In ogni caso lei riferisce una falsa percezione olfattiva di sangue: se non vi è sangue da nessuna parte il disturbo, prima di essere classificato come psichiatrico, deve essere valutato da un punto di vista neurologico.
Per cui la invito ad ottenere l'impegnativa per una Consulenza Neurologica che probabilmente si concluderà con la richiesta di una RM encefalica. Quindi se non emerga nulla di organico potrà adire lo psichiatra per la cura dei suoi disturbi.
Questo è il mio consiglio.
Mi faccia pure sapere, se vorrà.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 438XXX

Grazie per la risposta. Oggi sono stato dal medico e mi ha detto di fare una tac nel caso entro fine settimana non passino i sintomi .. Scusi ma a me è stato consigliato uno psicologo, non uno psichiatra.. Spero di non aver bisogno.. Anche perché non mi pare di aver presentato perdita di contatto con la realtà... Cordiali saluti

[#3]  
44918

Cancellato nel 2018
Perchè lo psichiatra secondo lei cura soltanto le persone che perdono contatto con la realtà?! Cioè gli psicotici?
Si informi meglio, lei è rimasto alla definizione di Psichiatra come Medico dei pazzi vecchia di 40 -50 anni .
Nel suo caso è molto indicata la RM dell'encefalo e non la TC.
Infine: faccia come crede.
Saluti,
Dott. Caldarola.

[#4] dopo  
Utente 438XXX

Grazie mille per l'aiuto, non avevo capito all'inizio a cosa si riferisse. Prenderò atto dei suoi consigli. Cordiali saluti.