Anemia

Buongiorno dottori vorrei approfittare della vostra cortese disponibilità per avere un chiarimento, in un esame del sangue di routine mi è stata diagnosticata una lieve anemia, volevo sapere se questa carenza di ferro sia solo correlabile ad un eventuale "talassemia" oppure che possa essere imputabile ad un fattore alimentare,? Vi dico qst perché la mia fidanzata è portatrice sana di talassemia e quindi so eh si possa incorrere se lo fossi anch'io a problemi per il concepimento, grazie davvero anticipatamente per la risposta
[#1]
Attivo dal 2016 al 2018
Andrologo, Urologo, Chirurgo generale
Non basta un emocromo per definire un quadro di talassemia. Se vuole saperlo deve effettuare i test specifici per la tipologia dell'emoglobina. Se lei fosse portatore sano come la sua partner, in un concepimento potreste avere il 25% di probabilità di generare un figlio con la talassemia.
[#2]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Gentile Utente,
intanto sarebbe utile che lei mi postasse gli esami che ha fatto, emocromo compreso per intero e indici di riferimento accanto ai risultati perchè variabili secondo i laboratori.
E' importante la valutazione del partner del ferro, perchè in genere una anemia microcitica pura di accompagna ad una riduzione della ferritina (ferro di deposito) e ad un aumento sia della tranferrina che della avidità di questa per il ferro.
Il contrario avviene bella thalassemia minor o nel così detto trait talassemico dove il ferro è normale o aumentato e i G.R. sono molto piccoli.
L'esame da fare in prima battuta per escludere la presenza di questa condizione è la Elettroforesi dell'emoglobina, che dà la misura della quantità di Emoglobina fetale che lei produce, aumentata nella Beta Thalassemia minor o nel trait talassemico e normale in condizioni di anemia ferropriva.
L'esame è fattibile in ogni laboratorio.
E' anche utilissimo un altro esame: la conta dei reticolociti: anche questo alla portata di ogni laboratorio.
Alle indagini genetiche si ricorre quando vi sia il sospetto non escludibile in prima istanza.
Si comincia dalle cose più semplici e poi si approfondisce.
Resto a sua disposizione per eventuali chiarimenti.
Buona domenica,
Dott. Caldarola.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta sia del dottor rando che Calderoli,Al più presto vi posterò gli esami che al momento nn ho sotto mano, mi chiedevo alla mia fidanzata è stato visto che è portatrice sana di telassemia, con carenza di calcio, volevo chiedere i portatori sani hanno bassi livelli di calcio ?
[#4]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
No.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Gli chiedo scusa per la mia ripetitività ma nn mi hanno fornito una chiara classificazione per capire se ci possa esssere un spia di dubbio che possa essere osservata nel emocromo per sospetttare di poter essere portatore sano di talassemia, facendo gli esami di routine dottore del laboratorio mi ha detto vedendo gli esami che avevo un po' di anemia, ma sei portatore sano di talassemia ? X qst mi ha fatto confondere
[#6]
Attivo dal 2016 al 2018
Andrologo, Urologo, Chirurgo generale
Come detto, il modo più diretto è l'analisi della tipologia dell'emoglobina che un buon laboratorio è in grado di effettuare. Ne parli con il suo medico di base.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa