Utente
Salve,
vorrei sottoporvi il mio caso per chiedere consiglio: ho una febbricola persistente da più di tre settimane che varia da 36.8 la sera fino a 37.4 e stanchezza, senza ulteriori sintomi. Il tutto è nato da un semplice raffreddore ma visto la persistenza della febbre ho fatto dalle analisi del sangue e urine di routine da cui non è emerso nulla di rilevante (nemmeno ves e proteina c reattiva), tranne la mia anima mediterranea portatrice sana. Il mio medico mi ha prescritto comunque un antibiotico per 6 giorni (Roxital -di solito ho sempre preso l'augmentin ma le ultime volte non mi aveva fatto effetto) e mi ha prescirtto ulteriori analisi da cui è risultato:
TAS: 841 (valori normali 0-200). Già a ottobre il TAS risultava essere 390, dovuto probabilmente a infezioni delle tonsille di cui soffro fin da piccola, ma che non mi hanno mai operato.
E poi è risultato:
EBV VCA IGG: 32.7 POSITIVO
EBV VCA IGM: 44.5 POSITIVO
Già nel 98 però a questo tipo di esami è risultato IGG positive e IGM negative come se fossi già entrata in contatto con il virus della mononucleosi e creato gli anticorpi e per questo i medici non mi hanno diagnosticato nuovamente la presenza del virus.
Ho fatto altri esami da cui non è emerso nulla: rx torace, eco addome e collo, monotest negativo, formula leucocitaria normale, beta 2 e LDH nella norma, tampone faringeo steptococco negativo.
Mi poteta aiutare a capire da cosa dipende questa febbricola perchè mi sto preoccupando.
grazie
Verena

[#1]  
Attivo dal 2006 al 2009
Il virus di Epstein-Barr, dopo la prima infezione, permane nell'organismo indefinitamente, fino a che non si stimola il sistema immunitario a portarlo via, questo si deve fare, non trascurare il problema, perchè il virus è molto fetente, combina pasticci. La sua febbre ne è testimone, gli antibiotici sui virus non hanno effetto,non lo hanno più nemmeno nei confronti dei batteri, per un loro abuso, senza fare una diagnosi esatta vengono prescritti. Bisogna assumere il genoma del virus opportunamente diluito.
Saluti

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua cortese risposta. Secondo lei quindi è in atto una mononucleosi?
Volevo chiederle però se anche un TAS così alto (841) non sia dovuto a tonsillite cronica (tonsilliti di cui ho molto sofferto) e non possa essere quello a provocare la febbre. L'otorinolaringoiatra da cui sono stata visitata non lo ha escluso e mi ha prescritto delle iniezioni di penicillina, prima di pensare eventualmente ad una operazione. Io però prima di prendere ancora antibiotici vorrei sapere esattamente se è la strada giusta da seguire o se la mia febbre è dovuta al virus.
grazie ancora, saluti
Verena

[#3]  
Attivo dal 2006 al 2009
Il virus di Epstein-Barr è quello più importante, e più pericoloso, va quindi portato via. Sicuramente anche lo sreptococco ha la sua importanza, sicuramente non si porta via con gli antibiotici o con l'intervento, che semmai spingono il virus all'interno verso zone come i seni, polmoni, ed altri organi. Inoltre gli antibiotici non funzionano più, ma soprattutto non funzionano contro i virus. Inoltre le tonsille sono prima difesa, tolte queste, si elimina una zona di difesa importante.
Antibiotici e tonsillectomia non sono risoluitive, ma sintomatiche e pagliative.
saluti albeto3691@alice.it

[#4] dopo  
Utente
la ringrazio. volevo chiedere anche se è necessario fare gli esami che lei di solito consiglia in questi casi e come devo fare se vengono fatti solo nei centri universitari.
mi sono rivolta anche ad un medico omeopata il quale non mi ha però prescritto il genoma del virus come da lei consigliato, ma
manganese e cobalto fiale al risveglio
sankombi d5 20 gocce due volte al giorno prima dei pasti
ferrum phosphoricum 9 ch 3 granuli due volte al giorno...
cosa mi consiglia??? grazie...

[#5]  
Attivo dal 2006 al 2009
Le è stata prescritta un'ottima terapia, ma nella mia esperienza ho visto che bisogna essere più incisivi, per andare sempre all'origine del problema, per questo la mia ricerca spesso si rivolge a terapie che tengano conto anche di tutti gli esami ematochimici, per arrivare ad una diagnosi e una terapia susseguente.
Gli esami che consiglio, vengono eseguiti normalmente in tutti i laboratori analisi, eventualmente, basta informarsi precedentemente. Non credo che a Bolzano ci siano problemi.
saluti

[#6] dopo  
Utente
buonasera, il medico omeopata ha aggiunto alla terapia anche 3 granuli giornalieri di ceanothus, dopo aver fatto la foto del mio occhio e aver riscontrato un problema allo stomaco.
Al primo incontro tale medico mi disse che in una settimana circa la febbricola sarebbe scomparsa ma dopo una ventina di giorni di cura ancora non ho ottenuto la completa guarigioni. ci sono dei giorni in cui la febbre non sale oltre i 37.0 mentre altri in cui continua a essere sui 37.3 provocandomi stanchezza.
Se posso chiedere dopo circa quanto tempo si vedono gli effetti di tali cure omeopatiche essendo io diciamo alla prima esperienza con tale medicina? e perchè i medici non mi fanno fare altri esami per scoprire la causa reale del mio stato di salute? Lei invece quali esami mi consiglierebbe?
grazie per la sua risposta

[#7]  
Attivo dal 2006 al 2009
EBV VCA IGG: 32.7 POSITIVO
EBV VCA IGM: 44.5 POSITIVO
li ha già eseguiti, mancano gli EBNA.
le consiglio:
Tipizzazione HLA classe I e II. Con espressione genica e corrispondenze sierologiche.
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
anticorpi sierici anti tireoglobulina
anticorpi sierici anti microsoma tiroideo (TPO)
Tireoglobulina
anticorpi sierici anti recettore TSH (anti TRAK)
FT3, FT4, TSH
Calcitonina
Prolattina (possibilmente al 21°giorno mestruale)
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
Saluti