Utente
Gentili dottori,

Vi scrivo per un consulto riguardo a dei linfonodi sul collo che ho da 3 mesi.

A luglio 2017 mi sono accorta di avere un linfonodo gonfio nel lato destro. Avendo problemi con i denti del giudizio il mio dottore mi disse di non preoccuparmi perché erano dati molto probabilmente da quello.

Ora a distanza di 3 mesi il linfonodo é ancora presente anche se rimpicciolito ed é apparso uno molto vicino ancora più piccolo
Il dottore allora mi ha prescritto esami del sangue con emocromo toxoplasmosi e mononucleosi.
Gli unici valori leggermente sballati sono i seguenti: granulociti neutrofili a 46.3 e linfociti a 46.5
Essendo di poco sballati il dottore mi ha consigliato di stare tranquilla e di vedere la situazione del dente del giudizio.
Il dentista con una lastra ha detto che il dente del giudizio destro sta spingendo per uscire ed é leggermente infiammato perché batte sul dente davanti e spinge per uscire.

Quindi i linfonodi e gli esami possono essere dati da questa situazione del dente o mi devo preoccupare?
Premetto inoltre che una settimana prima degli esami del sangue ho preso l'antibiotico per i denti del giudizio dx e sx infiammati.

Grazie mille per le risposte

Distinti saluti

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
12% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile Signorina,
in quanto ai linfonodi si presume che siano reattivi alla situazione relativa agli ottavi che io non posso verificare.
Non vedo perchè pensare a patologie drammatiche.
Ovviamente è bene che l'odontoiatra intervenga opportunamente.
Un emocromo, gentile signorina, va copiato INTEGRALMENTE: lei mi posta una formula leucocitaria percentuale che estrapolata dal contesto non ha nessun significato e sulla quale io non posso esprimermi.
Gli Specialisti di MI sono a Vostra disposizione ma non possono rilasciare consulenze su richieste di consulti formulate in tutta fretta.
Spero comprenderà.
Saluti,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#2] dopo  
Utente
Gentile dt. Caldarola,

innanzitutto grazie per la risposta tempestiva e per il chiarimento.
Riporto di seguito l'emocromo completo.

LEUCOCITI (WBC) 6,46 10^9/L
ERITROCITI (RBC) 4,64 10^12/L
EMOGLOBINA (HBG) 13,4 g/dL
EMATOCRITO (HCT) 41,0 %
VOLUME CORPUSCOLARE MEDIO (MCV)
88,3 fL
EMOGLOBINA CORPUSCOLARE MEDIA (MCH)
28,9 picogrammi
CONCENTRAZIONE MEDIA EMOGLOBINICA (MCHC)
32,7 g/dL
RDW (Indice di anisocitosi) 12,8 %
PIASTRINE (PLT) 328 10^9/L

FORMULA LEUCOCITARIA
GRANULOCITI NEUTROFILI 46,3 % *
GRANULOCITI EOSINOFILI 1,1 %
GRANULOCITI BASOFILI 0,4 %
LINFOCITI 46,5 % *
MONOCITI 5,7 %
GRANULOCITI NEUTROFILI 2,99 10^9/L
GRANULOCITI EOSINOFILI 0,07 10^9/L
GRANULOCITI BASOFILI 0,03 10^9/L
LINFOCITI 3,00 10^9/L
MONOCITI 0,37 10^9/L

la preoccupazione nasceva dal fatto che dopo 3 mesi i linfonodi reattivi sono ancora presenti

Grazie ancora

Saluti

[#3]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
12% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Salve,
non vi è alcuna criticità nel suo emocromo.
Di alcun tipo.
Sui linfonodi le ho risposto stamane ed è inutile che mi ripeta.
Si tranquillizzi.
Cordialità.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola