Utente 148XXX
Sono una ragazza di 24 anni.Da circa 10 mesi ho decimi di febbre che vanno da 37.0° a 37.3°, accompagnati spesso da stanchezza. Gli esami fatti fino ad ora hanno datto esito negativo e sono stati:
-Analisi del sangue comprensivi di proteina C reattiva; esami della tiroide; test toxoplasma; test citomegalovirus; test Widal Wright; test virus EBV; Streptozyme test; fattore reumatoide; test antitrombina; test anti- streptosilina; ferritina;
-Urinocultura;
-Visita reumatologica;
-Visita endocrinologica;
-Visita ematologica;
-Visita otorino- laringoiatrica;
-Radiografia addome completo.
Premettendo che sono affetta da vitiligine da circa 18 anni e che ho tolto le tonsille 3 anni fa, spero nel vostro aiuto per capire il perchè di tale febbricola.Vi ringrazio da ora per l'aiuto

[#1]  
3885

Cancellato nel 2008
CARA AMICA,
ti consiglio di fare una rx del torace ed un esame di reazione prova alla tubercolina.
poi, fammi sapere.
grazie dott. antonio cilio

[#2]  
Dr. Peter Giansanti

16% attività
0% attualità
0% socialità
RIPI (FR)

Rank MI+ 16
Iscritto dal 2006
Cara Ragazza,
sarebbe interessante sapere se hai incominciato a misurare la temperatura corporea in merito a questo stato di stanchezza o per altri motivi. A volte variazioni termiche possono essere anche normali in alcuni pazienti in determinati orari del giorno, capisco che sicuramente per motivi epistolari hai descritto i tuoi sintomi in maniera troppo semplicistica. Tra gli esami ematochimici, sicuramente avrai eseguito una v.e.s., ma non è stato descritto. Anche io ti consiglio di eseguire un torace in due proiezioni,per completare il quadro e di farmi sapere se sia la febbre che la spossatezza incominciate dieci mesi fà possono essere in concomitanza con qualche altro sintomo o fenomeno (es. viaggio all'estero...) .
Grazie
a presto.
Dott.Peter Giansanti

[#3] dopo  
Utente 148XXX

Gent.mi Dottori,vi ringrazio innanzitutto per avermi risposto.
Mi sono accorta della febbricola 10 mesi fa perchè mi sentivo un pò debole e misurando la temperatura ho notato i decimi e inizialmente li ho trattati come principio di influenza e ho assunto dell'aspirina,ma dopo 10 giorni senza che i decimi passassero mi sono rivolta al mio medico e ho iniziato le analisi.In cncomitanza dell'inizio della febbricola non ho avuto altri sintomi(che non ho tuttora) nè mi ero trovata in situazioni particolari.In questi 10 mesi la VES è sempre stata nella norma: 24 il 12 ottobre, 18 il 25 ottobre, 29 l'11 marzo.
Nella lettera precedente ho dimenticato di informarVi di altri esami da me effettuati: fosfatasi alcalina, colinesterasi, bilirubinemia, tempo di protrombina, PTT, test antitrombina (sempre tutto nella norma).
Ho inoltre dimenticato di aggiungere che ho avuto questa febbricola per qualche mese anche nel 2004 ma che è scomparsa dopo un'operazione alle tonsille.
Vi ringrazio anticipatamente per un'eventuale risposta.

[#4]  
Dr. Rocco Berloco

28% attività
0% attualità
8% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2002
Gentile AMICA,
concordo con i colleghi circa la diagnostica da eseguire...sarebbe interessante un rx del torace, ma vorrei chiederti qualcosa di più circa i tuoi episodi febbrili.
Sono presenti tutti i giorni? A che ora insorgono? Quando ti rendi conto della loro remissione? Ci sono delle modalizzazioni particolari? A quali sintomi si correlano: brividi, astenia, nausea, etc?
Come sono le mestrauzioni: regolari, irregolari, abbondanti, scarse, e che rapporto ha il ciclo con questa temperatura corporea?
Aspetto notizie e modalizzazioniche vorrei valutassi nei prossimi giorni.
Apresto
Rocco Berloco

[#5]  
3885

Cancellato nel 2008
cara amica,
fai dunque la rx del torace e poi contattaci.
grazie, dott. antonio cilio

[#6] dopo  
Utente 148XXX

Gent.mo dott. Berloco,
la febbricola è presente tutti i giorni e a tutte le ore da 10 mesi a questa parte. Tuttavia, alcuni sintomi (stanchezza e debolezza) sono presenti solo in alcuni giorni.Non presento altri sintomi.
Le mestruazioni sono regolari. Da qualche mese assumo Ginoden ma non per regolarizzare il ciclo.La ringrazio per l'interessamento e per eventuali altri consulti

[#7]  
Dr. Peter Giansanti

16% attività
0% attualità
0% socialità
RIPI (FR)

Rank MI+ 16
Iscritto dal 2006
ok. Attendiamo il resto degli esami e ci riaggiorneremo!

[#8]  
Dr. Leandro Lioce

24% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
Egregia utente
Si definisce FUO (acronimo inglese che significa Febbre di Origine Sconosciuta) il riscontro di una temperatura maggiore di 38,3 C° , rilevata in diverse occasioni, per almeno tre settimane, senza che si giunga ad una diagnosi, nonostante si siano effettuate indagini per una settimana.
Tre sono le cause principali di FUO:
A) Infezioni (la causa più comune): Ascessi, Tubercolosi (una causa, purtroppo, nuovamente emergente), Endocarditi, Cytomegalovirus, Mononucleosi e HIV.
B) Tumori: Linfomi (soprattutto Hodgkin), Leucemie e Mielomi. Carcinomi renali, meno comunemente, epatomi, carcinomi del tratto gastro-intestinale, polmone e mammella.
C) Collagenopatie: Negli individui con meno di 50 anni, la causa più frequente è il morbo di Still; in quelli più anziani l’Arterite temporale. Altre collagenopatie sono la poliartrite nodosa, crioglobulinemia, polimiosite, Granulomatosi di Wegener, sarcoidosi.
Anche diversi farmaci (Antibiotici, anticonvulsivanti, antistaminici, farmaci per il cuore, FANS, erbe) possono causare febbre.
Come sempre, un’approfondita anamnesi ed esame obiettivo sono il cardine della diagnosi, seguiti da un panel di esami di laboratorio e strumentali (alcuni li ha già eseguiti).
Cordiali saluti
dott. Leandro Lioce

[#9] dopo  
Utente 148XXX

Gent.mi Dottori, come da voi consigliato ho effettuato RX al torace. Vi comunico il referto:
Assenza di lesioni pleuro - parenchimali infiltrative in atto. Regolare il profilo del diaframma con seni costofrenici liberi. Ombra cardiovasale nei limiti.
Ho inoltre effettuata una TAC del massiccio facciale con il seguente referto:
Scansioni assiali e coronali di 5mm di spessore. Regolare pneumatizzazione delle cavità paranasali. Profili ossei conservati. Appena tortuoso il setto nasale. Pervii i condotti ostio meatali.

[#10] dopo  
Utente 148XXX

Gent.mo Dott. Lioce, la ringrazio per avermi risposto. Le volevo dire che la mia febbre non supera i 37.3°.
Ha da consigliarmi degli esami? La ringrazio per una Sua eventuale risposta.

[#11]  
Dr. Leandro Lioce

24% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
Egregia utente
Il valore di 38,3 C ° è stato stabilito proprio perché ci possono essere variazioni individuali nella temperatura corporea (per es., nelle donne, in corrispondenza del periodo ovulatorio). Tra l’altro, è la rilevazione rettale quella più vicina alla temperatura corporea interna. Quindi Lei, in base ai valori riferiti, non rientrerebbe nella definizione di FUO (Fever of Unknown Origin). Nella valutazione dei pazienti con FUO, estrema importanza ha l’anamnesi ( recenti viaggi in aree dove sono endemiche la tubercolosi o la malaria, esposizione ad animali domestici o altri animali, l’ambiente di lavoro, recenti contatti con persone che presentano sintomi simili), la storia familiare (per la eventuale presenza della rara Febbre Mediterranea Familiare), la presenza di malattie come linfomi, febbre reumatica, malattie infiammatorie intestinali, farmaci (come Le dicevo nella precedente risposta). Indispensabile l’esame obiettivo (esame della cute, mucose, del polmone, del cuore, dei linfonodi etc.). Anamnesi ed esame obiettivo, se ben eseguiti, indirizzano verso la diagnosi in un elevata percentuale di casi; gli esami di laboratorio e strumentali servono, spesso, solo per corroborare la diagnosi.
Cordiali saluti
dott. Leandro Lioce

[#12] dopo  
Utente 148XXX

Gent.mi Dottori,
come da voi suggerito ho effettuato il tine test e l'esito è negativo