Gonfiore collo, ingrossamento ghiandole

Buonasera,
circa un mese fa ho notato un gonfiore dietro il collo, sotto l'attaccatura dei capelli, leggermente a destra, come una pallina di circa 2 cm di diametro (e anche una ghiandola sul lato sinistro leggermente più gonfia di quella destra). Non avevo dolori, ma per sicurezza ho preferito rivolgermi al mio medico, che mi ha detto che poteva essere un linfonodo un po' ingrossato e mi ha prescritto degli esami del sangue e delle urine per controllare i valori generali, mononucleosi e toxoplasmosi. dopo aver analizzato gli esiti mi ha detto che risultava avessi già fatto mononucleosi e toxoplasmosi (peraltro senza accorgermene)ma che potevo avere dei problemi alle vie urinarie come sabbietta ai reni (in famiglia molti hanno avuto calcoli) visto l'elevato peso specifico delle urine. per cui mi sono fatta prescrivere un'ecografia addome completo (fissata per il 15 giugno) per controllare ciò. da 2 o 3 giorni tuttavia ho dei dolori diffusi a tutto il collo fino sopra le spalle (in particolare anche se premo fra il mento e il collo), lieve fastidio a deglutire e mi sembra di sentire di lato il collo leggermente gonfio, da entrambe le parti.

Il tutto (gonfiore delle ghiandole e dolore al collo) potrebbe essere collegato ai possibili problemi ai reni? visto che la ghiandolina dietro il collo non accenna a diminuire (benchè comunque non mi sia stata prescritta nessuna cura) potrebbe trattarsi di qualcosa di diverso, come una ciste? e potrebbe essere la causa dei recenti dolori diffusi al collo? inoltre da quando si sono presentati questi dolori soffro anche di giramenti di testa, soprattutto quando mi corico, e debolezza, in particolare fatica ad alzare completamente le braccia.

Ringrazio anticipatamente per l'attenzione.
[#1]
Dr. Stefano Spina Chirurgo generale, Colonproctologo 12,5k 251 8
Questa neoformazione dietro al collo, se davvero e' "dietro" e quindi non di lato, sembra non avere molto a che fare con un linfonodo ingrossato. E' persino probabile che sia davvero una cisti come lei ha scritto, ma ovviamente e' necessario verificarlo con una visita diretta.
Credo sia necessario rivolgersi nuovamente al suo Medico per un consulto piu' approfondito, oppure ad uno Specialista Chirurgo.
Cordiali saluti

dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
innanzi tutto grazie per la risposta. diciamo che il gonfiore non è proprio ventrale dietro il collo, tipo in corrispondenza dell'inizio della colonna vertebrale, ma leggermente spostato a destra, dove si avverte un leggero incavo tra i muscoli. inoltre noto che in certi momenti è più gonfio, mentre in altri si sgonfia decisamente, risultando quasi impercettibile. tra l'altro non è mobile, come i linfonodi del resto del collo che mi è capitato spesso di avere ingrossati.

dovrei quindi rivolgermi per una visita ad un chirurgo invece che ad un ematologo? sarebbe prima più prodente farmi prescrivere un'ecografia, visto che il mio medico non ha saputo dirmi di preciso nemmeno se sia un linfonodo o no?
[#3]
Dr. Stefano Spina Chirurgo generale, Colonproctologo 12,5k 251 8
Un Ematologo non sarebbe certo lo Specialista piu' indicato per porre diagnosi della neoformazione di cui lei parla: molto meglio rivolgersi ad un Chirurgo oppure effettuare un'ecografia. Il suo Medico di Famiglia le consigliera' di fare per prima una di queste due cose a seconda di cio' che riterra' opportuno.
Cordiali saluti

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa